UTENZE. Carenze idriche a Bardonecchia, MDC Torino: la solita emergenza all’italiana

Metà dei rubinetti di Bardonecchia asciutti poco prima dei festeggiamenti per il Capodanno 2008: un afflusso di persone di poco superiore alla media stagionale e un guasto alla rete di distribuzione hanno lasciato senz’acqua, per oltre 24 ore, molti turisti e abitanti della località sciistica, così ben rilanciata dalle Olimpiadi di Torino 2006. Per il Movimento Difesa del Cittadino della sede di Torino si tratta della solita "emergenza all’italiana".

"Tale episodio non è in alcun modo giustificabile e scusabile – spiega l’avv. Simona Lonterni responsabile della sede di Torino – ; in primo luogo perché non è pensabile che, il pur giusto desiderio delle Autorità locali di far crescere la propria cittadina, anche da un punto di vista turistico, con l’incremento di abitazioni e strutture alberghiere, possa essere del tutto avulso da un adeguato dimensionamento dei servizi e dunque tra questi anche della rete idrica; in secondo luogo perché la Società che gestisce l’approvvigionamento del bacino idrico in questione e la distribuzione dell’acqua nelle abitazioni, deve prevedere anche l’ipotesi di un guasto (che non può essere considerato un caso fortuito od eccezionale) e la possibilità di risolverlo nel giro di poche ore. Non può quindi essere ritenuta scusabile la colpa di chi ha lasciato che potessero restare senza acqua per un’intera giornata, turisti, albergatori e residenti che pagano profumatissime bollette".

Secondo MDC il fatto che l’"emergenza" sia terminata con la fine del periodo festivo e il rientro in città dei villeggianti, non significa che il problema sia superato e che non possa ripresentarsi in futuro: "Ancora una volta abbiamo dimostrato – conclude la Lonterni – alle centinaia di turisti stranieri che si sono riversati a Bardonecchia per le vacanze di Natale, che l’organizzazione proprio non ci contraddistingue. Meno male che quello che ci salva è “o’ sole e o’ mare” e, in questo caso, anche la neve scesa in questi giorni. Finirà di nuovo tutto a tarallucci e vino?".

Comments are closed.