VINO. Da oggi si può acquistare il novello, Adoc: “Prezzi stabili rispetto all’anno scorso”

Da oggi e fino a gennaio-febbraio, 18 milioni di bottiglie di vino novello saranno vendute in tutta Italia, soprattutto al Nord. L’Adoc ha così fatto un’indagine che ha consentito di appurare che i prezzi anche quest’anno non saranno particolarmente favorevoli ma comunque stabili rispetto a quelli dello scorso anno: dai 2 ai 2,5 euro dei novelli sfusi delle cantine sociali, 3-4 euro delle etichette di medio livello più commerciali, 7-8 euro per i marchi più blasonati.

"Trattandosi di vini giovanissimi – spiega Carlo Pileri, presidente dell’associazione – che non hanno ancora fatto in tempo a prendere struttura e corpo, spendere tanto non ha molto senso e osare ancora di più potrebbe essere un delitto da commettere solo da amatori di un particolare gusto che non tutti potrebbero apprezzare. Certo è un prodotto genuino, ma anche il vino invecchiato in botte e non solo appena fermentato, lo è. Quindi il consiglio è di acquistare pure una bottiglia di novello se ci si vuole togliere uno sfizio, ma se si vuole accompagnare degnamente un piatto pagando il giusto e senza diventare schiavi delle mode, è meglio aspettare qualche mese in più".

L’Adoc pertanto, consiglia sempre agli appassionati come ai nuovi acquirenti, di rivolgersi a produttori conosciuti personalmente o a marchi di qualità che possano garantire l’acquisto. "Gli inviti di questo o quel ristoratore – continua Pileri -, all’acquisto di un prodotto ‘eccezionale’, vanno letti con la giusta dose di diffidenza o quantomeno chiedendo un assaggio, prima di perfezionare l’acquisto, così da confrontare il vino e le nostre aspettative con la descrizione fornita dal commerciante".

 

Comments are closed.