VOLONTARIATO. A Pasqua iniziano i campi di Legambiente

Quest’anno l’estate comincia prima. La stagione estiva dei campi di volontariato di Legambiente inizia ufficialmente con i campi di Pasqua dal 13 al 18 aprile."I campi di volontariato di Legambiente – spiega il responsabile dell’Ufficio Volontariato di Legambiente, Sebastiano Venneri – sono una grande occasione per chi vuole svolgere attività utili e divertenti, in luoghi che meritano di essere salvaguardati e ripristinati, soprattutto quando l’impatto antropico è maggiore, a contatto con altri volontari con il desiderio comune di realizzare interventi importanti".

Nei campi, che durano da 10 a 15 giorni, si lavora 5-6 ore al giorno per 6 giorni a settimana, un responsabile coordina tutte le attività, i volontari trascorrono il periodo come una comunità, provvedendo alla preparazione dei pasti e alla pulizia dell’alloggio e trascorrendo insieme le ore di lavoro e di tempo libero.I campi di Pasqua si svolgeranno a Goriano Valli (Aq), e all’Orto Botanico dei Frignoli – Comune di Fivizzano (Ms).

Il primo, nel Parco Regionale Sirente Velino, presso l’Ex Convento San Giorgio, primo centro permanente di volontariato di Legambiente, vedrà i volontari impegnati nella manutenzione di questo convento, arredato con criteri bioarchitettonici, e dell’orto coltivato con tecniche biologiche e permaculturali, che ospita una fattoria con galline, papere, oche, piccioni, capre, pecore e conigli. I volontari, alloggeranno nelle stanze che una volta erano le celle dei frati, oggi ristrutturate e con bagno. Il cibo offerto dal Convento proviene dal commercio equo e solidale.

L’Orto Botanico dei Frignoli (900 metri s.l.m) si trova in Lunigiana, in prossimità del Parco Nazionale dell’Appennino tosco-emiliano, si estende su 7 ettari, è costituito da ampi terrazzamenti e ospita un "Centro per la conservazione e la divulgazione della biodiversità". Durante questo campo verrà allestito un laboratorio di bioenergetica dal titolo: "Laboratorio corporeo esperienziale sulla risoluzione dei conflitti". Si tratta di 4 incontri nei quali si lavorerà sulla percezione corporea ed emotiva alla riscoperta di se stessi per arrivare ad intervenire sulla rabbia, sul conflitto e sulla sua risoluzione. Tre mezze giornate saranno dedicate alla manutenzione dell’orto.

"Per incentivare il volontariato e per far fronte all’inflazione – spiega ancora Venneri -Legambiente ha abbassato i contributi di partecipazione dei campi all’estero a 120 Euro più tessera (a 180 per gli under 18). Inoltre in Italia si potrà scegliere tra un contributo standard e uno solidale di 20 Euro in più, per offrire anche alle persone con difficoltà economiche la possibilità di partecipazione a queste esperienze".

Le mete in Italia saranno sempre tantissime, dalle più famose (Cinque Terre, Penisola Sorrentina, Sicilia, Sardegna e isole minori) alle meno note, ma non per questo meno belle o importanti per i tesori che offre la "piccola grande Italia". Ma sarà anche possibile investire le proprie energie all’estero: in Ecuador e in Sri Lanka sarà direttamente Legambiente a organizzare i campi, all’interno di progetti di cooperazione internazionale di cui Legambiente è parte attiva.
Inoltre, grazie alle collaborazioni internazionali dell’associazione ambientalista, i volontari italiani che sanno comunicare in inglese potranno effettuare attività di volontariato un po’ ovunque su 4 continenti: quasi tutti i Paesi europei, molti Paesi latino americani, diversi Paesi africani e asiatici.

A grande richiesta tornano i campi appositamente pensati per accogliere genitori e figli insieme. La loro specificità sta nella possibilità che genitori e figli facciano assieme qualcosa di concreto per l’ambiente. Tornano anche i campi della legalità, ospitati nelle strutture confiscate alla mafia e organizzati insieme alla rete di Libera. In questi campi i volontari partecipano alle attività delle cooperative di Libera, ma scoprono anche molti aspetti sociali e legislativi legati alla loro esperienza. Inoltre partecipano alla "48 ore non stop per lo sviluppo e la legalità", l’evento socio-culturale che commemora la strage di Via d’Amelio in cui perse la vita il giudice Borsellino.
Per i ragazzi dai 15 ai 17 anni, Legambiente propone diversi campi under 18, una sorta di formazione al volontariato unita a corsi di educazione ambientale. Molti di questi campi si svolgono presso i Centri di Educazione Ambientale gestiti da educatori e animatori esperti, altri perfino all’estero.

Tra le novità di quest’anno: i campi per senior (volontari oltre i 50 anni) e i soggiorni under 14, con varie proposte per ragazzi dai 7 ai 13 anni. Per diventare volontari di Legambiente non è necessario avere particolari competenze, tranne per i campi subacquei per i quali è richiesto il brevetto base e per i campi internazionali per i quali è necessaria la conoscenza dell’inglese. Per richiedere il programma dei campi e per prenotarne uno si può fare richiesta ai numeri: 06/86268323-4-5-6, attivi dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 18. Il programma completo è consultabile sul sito www.legambiente.com/volontariato.

 

Comments are closed.