Vacanze studio all’estero, i consigli dell’UNI

L’UNI (Ente di normazione italiano) ha messo a punto la norma UNI EN 14804 "Fornitori di servizi connessi con i viaggi per lo studio delle lingue – Requisiti" che fornisce uno strumento per aiutare gli studenti e i propri genitori a operare una scelta informata. La norma specifica infatti i livelli di qualità del servizio per l’insegnamento delle lingue all’estero e per tutti i servizi correlati, compresi la sistemazione, la sorveglianza e le attività ricreative solitamente previste per questo tipo di programmi di studio.

In particolare, la norma prevede in caso di :

  • Informazioni prima della prenotazione; deve essere specificata ogni singola voce del contratto del fornitore:date del viaggio, destinazione, documenti necessari per l’espatrio, mezzi di trasporto utilizzati, prezzo complessivo del servizio e indicazione delle eventuali spese per servizi opzionali, criteri utilizzati per la selezione degli insegnanti, etc.
  • Informazioni aggiuntive devono essere fornite per quanto riguarda la cura dei minori, l’ospitalità, i dettagli del corso.
  • Informazioni prima della partenza (da fornire non più tardi di una settimana prima dell’inizio del viaggio); tra queste, ad esempio, il nome, l’indirizzo e il numero telefonico del fornitore del programma di studio, i dettagli del programma di viaggio, del tipo di alloggio, i dettagli sul tipo di attività ricreative previste dal contratto, informazioni pratiche su usi, costumi e leggi del Paese che ci ospiterà.
  • Informazioni all’arrivo; sono quelle che devono essere fornite direttamente ai partecipanti relativamente a tutti gli aspetti del corso.
  • Direzione e staff: L’organizzazione che fornisce il servizio deve garantire un corpo dirigente ed uno staff qualificati al fine di assicurare che gli obiettivi del viaggio di studio vengano raggiunti.
  • Insegnamento: Si tratta di un punto che prende in considerazione vari aspetti: dalla necessità di assicurare una corretta procedura di valutazione per assegnare i partecipanti ai livelli di classe più appropriati ad una corretta informazione sul contenuto dei corsi. Per quanto riguarda il personale insegnante bisognerà porre particolare attenzione alla loro competenza nella lingua e nella cultura del Paese di arrivo, la condotta professionale, l’addestramento e la formazione.
  • Sistemazione: Ai minori dovrà essere garantita l’assistenza negli spostamenti dal luogo di abitazione al luogo di studio. La norma stabilisce inoltre i requisiti che dovranno avere le camere da letto, la possibilità di avere a disposizione una cucina, una stanza da bagno, uno spazio adeguato per le attività di studio, etc.

La norma dedica spazio anche al tema della selezione della famiglia ospitante, che dovrà essere individuata secondo criteri ben precisi. Innanzitutto la selezione prevede una visita (effettuata dal fornitore del servizio) presso il luogo di residenza della potenziale famiglia ospitante e la verifica di alcuni requisiti considerati importanti tra cui: numero di adulti che vivono nella casa e fascia di età, numero di bambini presenti, eventuali animali domestici, abitudini riguardanti il fumo, se esistono persone che vivono nella casa e che sono affette da gravi malattie, disabilità o disturbi mentali, etc. Tutte queste informazioni devono essere tenute costantemente aggiornate (con verifica annuale da parte del fornitore).

La famiglia ospitante deve inoltre essere sensibilizzata dal fornitore del servizio affinché abbia un comportamento che faciliti l’integrazione dell’ospite. In caso di problemi di salute del partecipante, la famiglia ospitante dovrà informare tempestivamente l’organizzatore del viaggio.

Comments are closed.