Videogiochi, è boom nelle famiglie italiane

Videogiochi, che passione. Se ne vendono in Italia 34 al minuto per un totale di quasi 18 milioni. Quasi 8 milioni di italiani, pari al 34% delle famiglie, possiede una console. Ed è vero boom per il mercato dell’hardware: nel 2007 sono state vendute 5 console al minuto per un totale di 2.374.057 piattaforme dedicate. Il mercato complessivo dei videogiochi segue il trend positivo degli ultimi anni e nel 2007 in Italia realizza un volume d’affari di oltre un miliardo di euro, con un tasso di crescita record del 39,9% rispetto al 2006. È la fotografia scattata dal "Rapporto annuale 2007 sullo stato dell’industria videoludica in Italia" presentato oggi a Milano dall’Aesvi (Associazione editori software videoludico italiana).

Lo sviluppo è trainato soprattutto dal lancio delle console di nuova generazione che riscontrano un notevole successo di pubblico e danno impulso alle vendite dei titoli realizzati per queste piattaforme multimediali. Rispetto ai paesi europei però resta un certo divario: questi ultimi infatti sono cresciuti a tassi superiori al 50%.

Capitolo hardware: nel 2007 sono state vendute 5 console al minuto per un totale di 2.374.057 piattaforme dedicate e un fatturato di 480.564.337 euro, con un incremento del 48,1% in volume e del 80% in valore. Le famiglie che possiedono una console per videogiochi sono ormai quasi 8 milioni, il 34%, con un aumento del 6,1% rispetto all’anno precedente. Resta però rilevante, rileva l’Aesvi, la distanza da altri paesi europei dove la percentuale si avvicina al 50%.

Alla guida del mercato software ci sono i videogiochi: se ne vendono 34 al minuto per un totale, rileva l’Aesvi, di 17.990.247 e un volume d’affari di 557.587.750 euro, cifre che testimoniano una crescita del 13,1% in volume e del 17,4% in valore. A trainare il mercato sono i videogiochi per console che rappresentano l’80,8% in volume e l’88,6% in valore delle vendite, con un trend positivo sia in volume (+18,5%) sia in valore (+22,3%). In flessione invece le vendite dei videogiochi per Pc.

Gli italiani, rileva Aesvi, preferiscono i videogiochi per tutta la famiglia e non si smentiscono nelle preferenze. Prima di tutto, il calcio: nella classifica dei titoli più venduti nel 2007 ci sono infatti nelle prime posizioni gli ultimi episodi delle serie PES e FIFA. Seguono in classifica tutti i titoli legati a cinema, fumetti e televisione: Spiderman 3, Harry Potter e l’ordine della Fenice, Pirates of Caribbean Ai confini del mondo, Shrek Terzo, Dragonball Z, Budokai Tenkaichi 3, Pokemon e The Simpson. E non ci sono solo videogiochi destinati al pubblico maschile. Presenti infatti anche i titoli "Thinking" come Brain Training e quelli destinati a un pubblico femminile come Cooking Mama e la serie Giulia.

Nel 2007 si è inoltre distinto il mercato del mobile gaming che da solo sviluppa un giro d’affari di 94 milioni di euro. I videogiochi per cellulari venduti sono stati 19 milioni contro i quasi 18 milioni di videogiochi per PC e console.

"I brillanti risultati ottenuti nel 2007 testimoniano l’importanza sempre più rilevante del videogioco nell’intrattenimento di tutte le generazioni e confermano il ruolo chiave dell’industria videoludica in uno scenario, come quello italiano, caratterizzato da un forte rallentamento dell’economia e dei consumi delle famiglie – ha commentato Andrea Persegati, Presidente AESVI – Anche se il mercato in Italia è ancora in ritardo rispetto all’Europa, le prospettive per lo sviluppo futuro sono più che positive. Dopo un anno eccezionale, l’industria videoludica continuerà a sorprendere nel 2008: più videogiochi per tutti i supporti, più modi nuovi di vivere l’esperienza di gioco, più informazione e responsabilità sociale verso la famiglia".

Comments are closed.