WELFARE. Assegno sociale, presentato emendamento correttivo

Assegni sociali, si torna indietro. Un emendamento presentato dal relatore al decreto sulla manovra, presentato oggi in Commissione Bilancio al Senato, modifica la norma che avrebbe tagliato gli assegni sociali introducendo come requisito di accesso alla prestazione di tipo assistenziale quello di aver lavorato per almeno 10 anni nel territorio nazionale e di aver avuto un reddito pari all’importo dell’assegno sociale, cosa che avrebbe tagliato fuori la gran parte dei beneficiari. L’emendamento presentato oggi conferma la necessità di aver lavorato in Italia per almeno dieci anni mentre scompare la necessità di aver avuto un reddito almeno pari all’importo dell’assegno. Ulteriore modifica per le assunzioni dei precari: il blocco varrà solo per le cause in corso.

Comments are closed.