WELFARE. Nasce a Trento il Consiglio per le politiche familiari

Per la prima volta in Italia viene creato il Consiglio per le politiche familiari, un percorso partecipativo che ha l’obiettivo di individuare le azioni concrete dell’amministrazione comunale. A realizzare l’assemblea, lanciata nel 2005 ma decollata quest’anno, è il Comune di Trento, che intende promuovere la partecipazione attiva delle famiglie nelle scelte politiche e di bilancio della città.

Si tratta di un organismo veramente rappresentativo, in grado di esprimere i reali bisogni delle famiglie nella loro quotidianità di vita. Il Consiglio non verrà dunque convocato una tantum, ma avrà un ruolo permanente di consultazione e di dialogo con gli organi comunali. Ma quali saranno le modalità operative dell’assemblea? Innanzitutto si utilizzerà la realtà dinamica dei laboratori: in primis i laboratori territoriali – tre per ognuno dei cinque Poli sociali – che già dal mese di settembre coinvolgeranno le associazioni familiari di Spazio Aperto Famiglia, i rappresentanti delle Circoscrizioni, il privato sociale, il volontariato, realtà rappresentative del territorio, singole famiglie e cittadini, oltre naturalmente agli stessi operatori del Polo sociale.

Nell’anno di attività 2006-2007 si lavorarà su tre tematiche: la conciliazione dei tempi di vita familiare con quelli di lavoro, gli stili di vita e i consumi familiari, la famiglia come capitale sociale primario, cioè il valore delle relazioni familiari. In ogni Polo sociale lavoreranno dunque i laboratori tematici, che produranno un documento da trasmettere ai tre successivi laboratori cittadini. Nei laboratori cittadini, ai quali parteciperanno anche le realtà del mondo sociale, sindacale, economico e culturale, si individueranno le tre azioni strategiche per le politiche familiari della città – una per area tematica – da presentare all’assemblea cittadina presieduta dal sindaco Alberto Pacher. All’assemblea saranno presenti la Giunta e il Consiglio comunale; spetterà infatti ad assessori e consiglieri l’impegno a inserire le azioni strategiche per le famiglie nelle priorità del bilancio comunale per l’anno prossimo.

Comments are closed.