ENERGIA. Gas, Russia aumenta costo del 15%, Adoc lancia allarme: in Italia aumenti di 260 euro

Secondo quanto riportato dal Financial Times la Russia si appresta a varare un aumento del 15% del costo del gas. Un rincaro che ricadrà direttamente sulle bollette di luce e gas dei consumatori italiani ed europei. E’ quanto prevedono i partner del progetto BeEAMS, Boosting energy Efficiency in Aspiring Member States, un progetto europeo che promuove l’efficienza energetica, il consumo razionale e l’utilizzo di energie rinnovabili, nonché il rafforzamento della tutela dei "consumatori di energia" negli aspiranti Stati Membri, favorendo l’accettazione dei valori, delle norme e delle buone prassi europee.

Secondo le associazioni costituenti BeEAMS, tra cui c’è l’Adoc che è capofila, c’è il pericolo di un forte rincaro dei prezzi energetici in tutta Europa, pari a circa il 20% per il riscaldamento e al 10% per l’energia, che andrà a colpire soprattutto i Paesi più piccoli e in difficoltà. "Si stima che solo in Italia – scrive l’Adoc – la bolletta energetica subirà un aumento di circa 260 euro l’anno, un grave danno per i consumatori, che hanno già subito un rincaro di spesa pari a circa 40 euro in conseguenza degli aumenti di inizio aprile". Per i partner di BeEAMS è necessario che l’Europa sia più forte e solidale nel fronteggiare tali emergenze economiche, che rischiano di penalizzare eccessivamente i consumatori europei e di compromettere lo sviluppo economico dei Paesi emergenti.

Comments are closed.