OSSERVATORIO. Per l’Eurisc aumentano i mutui ma non per gli under 35

Da nord a sud, per tutta la penisola tra le esigenze principali degli italiani vi è quella dell’acquisto di un immobile. Con la crisi e gli stipendi spesso ridotti, però, l’unico modo per poter avere accesso al credito sufficiente all’acquisto di una casa è quello di ricorrere ad un finanziamento. Banche e istituti di credito, consapevoli di questa scelta, obbligata per la maggior parte degli italiani, si sono presto aggiornati con offerte e piani di rateizzazione sempre nuovi di cui i consumatori possono prendere visione confrontando i migliori mutui direttamente dalla rete, grazie agli appositi comparatori.

Nella domanda dei mutui da parte delle famiglie l’Eurisc, la più grande banca dati di centrali rischi relativi alle informazioni creditizie, registra ad ottobre 2010 un aumento del + 12% rispetto allo stesso periodo del 2009. Il sistema gestito da Crif fornisce inoltre una serie di dati interessanti. La fascia di durata dei mutui nella classe tra i 20 e i 25 anni è cresciuta fino a rappresentare il 20% del totale delle sottoscrizioni dei mutui, anche se quella tra i 25 e i 30 è la classe di durata più richiesta dalle famiglie. Raggiunge il 32% del totale l’età media in Italia di chi ha richiesto un mutuo prima dei 35 anni nei primi mesi del 2010; in calo rispetto al 2009, quando gli under 35 rappresentavano il 33,6% del totale. La quota di domanda per gli importi è invece in crescita nelle fasce oltre i 150.000 euro, classe che, calcolata nei primi dieci mesi di quest’anno, si mantiene in linea con il 2009.

Un passo importante come l’acquisto della casa con un mutuo richiede una scelta oculata della banca a cui affidarsi, e poter valutare l’offerta direttamente da internet è sicuramente un valido aiuto. Noi abbiamo confrontato i mutui con il portale Supermoney, ipotizzando dei parametri per il profilo di un 35enne con un lavoro a tempo indeterminato che richiede un mutuo di 180.000 euro per 25 anni a tasso variabile off set, con una giacenza media sul conto di 20.000 euro, per una casa del valore di 260.000 euro.

La prima proposta più conveniente arriva da Mutuo Risparmio di CheBanca! con una rata mensile pari a 741 euro e 1,79% di Taeg. La seconda è Mutuo Acquisto di IW Bank che offre la possibilità di un pagamento di 766 euro mensili a Taeg 2,05%. Il terzo mutuo in ordine di convenienza per il nostro profilo proviene da Banca Popolare di Verona, con la proposta di Mutuo Alberto che ha una rata mensile di 794 euro e 2,58% di Taeg.

‘La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il link di riferimento alla fonte Help Consumatori e il link al sito Supermoney.eu’

 

Comments are closed.