OSSERVATORIO. Prestiti personali: dati sull’andamento

Per affrontare spese improvvise o avviare un nuovo investimento privati ed imprese ricorrono al credito delle banche. Gli istituti creditizi dispongono di un’offerta molto ampia in grado di assecondare le esigenze di molteplici consumatori. Per trovare velocemente una soluzione per le proprie esigenze è possibile informarsi su come ottenere prestiti personali tenendo conto di necessità e profilo individuali.

 

Il rapporto denominato “L’andamento del credito nelle regioni italiane” presentato da Bankitalia dimostra come gli italiani siano sempre più in affanno per arrivare a fine mese. Per questo si è sempre più costretti a ricorrere sempre più spesso ai prestiti personali. A marzo 2010 i finanziamenti bancari alle famiglie sono aumentati del 4,2% rispetto all’anno precedente; incremento registrato soprattutto in Calabria, Molise e Puglia che hanno segnato un +7%. Minore richiesta di prestiti personali in Emilia Romagna, Lombardia e Veneto.

 

Un dato che invece accomuna le famiglie del Nord e del Sud è la difficoltà nel ripagare entro i termini previsti il prestito ottenuto. Se la quantità del credito concesso è aumentata né è diminuita la qualità: sono aumentate le sofferenze rispetto al trimestre precedente passando da un 1,3% registrato a dicembre a 1,4% di marzo. Le fasce di popolazione più a rischio di morosità sono coloro che possiedono un contratto di lavoro atipico o a tempo determinato. Per questo potrebbe essere utile richiedere un prestito che permetta di effettuare il salto della rata o di ridurne l’importo a seconda delle proprie condizioni economiche. Effettuare un confronto attento per sceglier il prestito personale più adatto alle proprie esigenze è la soluzione ideale per effettuare una valutazione approfondita del mercato e optare per il prodotto giusto.

 

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il link di riferimento alla fonte Help Consumatori e il link al sito Supermoney.eu

Comments are closed.