Autorità Energia: multa di 187.000 euro ad A2A Reti Elettriche

La società A2A Reti Elettriche è stata multata per 187.500 euro dall’Autorità per l’energia elettrica per aver violato il diritto dei consumatori di ricevere bollette complete di tutte le informazioni e con importi calcolati sui consumi effettivi.

L’azienda ha, infatti, comunicato in ritardo alcuni dati indispensabili alla corretta fatturazione da parte delle società di vendita, pregiudicando così il diritto dei clienti. La multa si riferisce anche alla mancata applicazione della fatturazione su base oraria anche a forniture in bassa tensione con potenza disponibile superiore a 55 kW. L’istruttoria ha accertato l’inosservanza delle disposizioni che consentono il trasferimento di un segnale di prezzo dell’energia coerente con l’andamento reale dei propri prelievi/consumi, impedendo una più efficiente allocazione dei costi di approvvigionamento all’ingrosso ed un trattamento più equo di ogni consumatore. L’Autorità ha, inoltre, adottato un provvedimento prescrittivo, ordinando il rispetto della normativa: non risulta, infatti, cessata da parte di A2A Reti Elettriche la violazione dell’obbligo di mettere a disposizione tutti i dati di misura richiesti.

Comments are closed.