Bolletta più cara del dovuto, vittoria Adusbef in Puglia

“Siamo alle solite. I poteri forti costringono i cittadini a scomodarsi, perdere tempo, energie nervose e denaro per ottenere la tutela dei propri diritti”. Così Massimo Melpignano, Presidente per la Puglia di Adusbef, commenta il lieto fine di una vicenda che ha coinvolto un suo associato barese il quale per anni è stato costretto a pagare una bolletta elettrica più cara del dovuto. Il contratto di utenza sottoscritto oltre sei anni fa prevedeva, infatti, l’applicazione della tariffa per utenza residenziale, mentre in tutti questi anni era stata applicata in bolletta al malcapitato cittadino, la tariffa piu’ elevata per l’utenza non residenziale (non prevista in contratto).

Dopo aver denunciato l’accaduto all’Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas, l’associato ha ottenuto il rispetto del contratto e il rimborso di quanto pagato in eccedenza. “E’ importante vigilare su tutto quello che paghiamo e acquisire la consapevolezza dei propri diritti, controllando contratti e bollette e vigilando su tutti gli addebiti: spesso somme importanti pagate erroneamente possono contribuire a far precipitare le famiglie nel debito” ha concluso l’avvocato Melpignano.

Comments are closed.