Fatturazione a 28 giorni: Governo valuta intervento normativo

“Il Governo reputa che, sempre a maggior tutela dei consumatori, l’omogeneità delle condizioni contrattuali in materia di trasparenza e di base temporale per il calcolo dei costi da fatturare debba essere un obiettivo da perseguire”. Nel question time all’esecutivo, il Governo ha espresso chiaramente la sua posizione nei confronti degli operatori della telefonia e Sky che “hanno progressivamente modificato la cadenza delle fatturazioni” portandola a 28 giorni, “con un aggravio” sul consumatore.

Il Ministero dello Sviluppo sta anche valutando un “intervento normativo a supporto dei suddetti obiettivi“.

Ottima notizia”, commenta Massimiliano Dona, presidente di Unione Nazionale Consumatori. “Chiediamo, però, non solo di fissare per legge la cadenza mensile della fatturazione, ma anche di cambiare gli importi delle sanzioni, eliminando i tetti attuali e prevedendo che le multe debbano essere sempre superiori all’illecito guadagno ottenuto con pratiche commerciali scorrette o in violazioni delle delibere delle autorità di regolazione”, afferma Dona.

lascia un commento