In arrivo conguaglio con addizionale comunale e provinciale per clienti Enel Energia

A gennaio gli utenti di Enel Energia riceveranno in bolletta, con una comunicazione ad hoc, un conguaglio in cui verranno conteggiate le nuove accise dell’energia elettrica, previste dalla Legge del 26 febbraio 2011 n. 10 (conversione del “Decreto Milleproroghe”) che ha introdotto una maggiorazione dell’addizionale comunale (che va dai 23 ai 60 euro) e provinciale (tra i 10 e i 15 euro).

I clienti di Enel Servizio Elettrico (servizio tutelato) hanno già pagato la maggiorazione nel corso del 2011; adesso tocca agli utenti del servizio libero. Ad essere interessati dalla maggiorazione addizionale comunale sono circa 255.000 clienti di 333 Comuni, per quella provinciale sono 120.000 appartenenti alle Province di Belluno, Benevento, Caserta, L’Aquila, Napoli e Salerno. Sono esenti dal pagamento dell’addizionale comunale i clienti residenti con potenza impegnata fino a 3 kW, i cui consumi mensili non superino i 150 kWh.

La maggiorazione avrà effetto retroattivo dal 1° gennaio, a meno che il Comune non abbia indicato una decorrenza diversa. Enel Energia sottolinea che si tratta di “un’imposta dovuta ai Comuni e ad alcune Province, e non ha alcuna relazione con la tariffa dell’energia elettrica che è invece rimasta invariata”. Dal 1° gennaio 2012 sono, però, in vigore le nuove aliquote di accisa, stabilite nei Decreti del Ministro delle finanze, firmati il 30 dicembre 2011.

 

Comments are closed.