Supermoney: italiani sempre più ecologici, il 12% sceglie l’energia verde

Molti italiani sono disposti a spendere di più in bolletta pur di dare una mano al pianeta: gli ultimi dati dell’Osservatorio SuperMoney, portale per il confronto dell’energia, rivelano che negli ultimi sei mesi i consumatori alla ricerca di una fornitura di elettricità da fonti rinnovabili sono passati dall’8 al 12%. Molti dei principali operatori energetici propongono tariffe “ecologiche” che, a fronte di pochi centesimi in più al mese, garantiscono l’utilizzo di energia rinnovabile. La sensibilità nei confronti dell’energia verde appare dunque in aumento, complice anche una riduzione dei costi delle energie rinnovabili.

L’analisi condotta da SuperMoney ha messo a confronto i prezzi di alcune tariffe classiche con quelli delle offerte “eco” proposte dalle stesse compagnie. La media è stata calcolata sulla base dei primi quattro operatori più convenienti (Enel Energia, Eon, A2A, Blue META) che propongono anche tariffe “verdi”. La differenza di prezzo per un consumo di 1500 kW/h di elettricità annua è di poco più di 37 euro, che diventano 44 euro per un consumo di 2000 kW/h e 54 euro per un consumo di 2.500 kWh. In pratica, sono differenze comprese fra 10 e 15 centesimi al giorno.

Nel dettaglio, analizza Supermoney, per un consumo annuo di 2.500 kWh di elettricità, la differenza è di 54 euro all’anno: questo significa che con 15 centesimi al giorno è possibile dare un contributo importante al risparmio energetico, scegliendo le fonti rinnovabili. Per gli utenti con consumi più ridotti di elettricità, la differenza di prezzo è ancora più impercettibile: per chi utilizza 1500 kW/h di elettricità annua bastano 10 centesimi in più al giorno per avere una tariffa “green” (costo medio: 271 €) anziché una tariffa tradizionale (costo medio 234 €).

“Questi dati evidenziano una situazione molto positiva: da un lato, i fornitori di energia riescono a proporre offerte competitive per le fonti rinnovabili, con una differenza di prezzo minima rispetto alle tariffe tradizionali; dall’altra, i consumatori si mostrano aperti e ricettivi nei confronti delle forniture ecologiche, segno di una crescente sensibilità ambientale”, commenta Andrea Manfredi, Amministratore Delegato di SuperMoney. “La scelta di molti cittadini a favore dell’energia proveniente da fonti rinnovabile può a sua volta rappresentare un incentivo per i produttori di energia nella direzione di un sempre maggiore sviluppo delle fonti rinnovabili”.

Comments are closed.