Immobiliare, trend positivo. I tagli grandi sono ancora in vetta alle richieste

Nel secondo trimestre del 2018 l’Agenzia delle Entrate ha confermato il rialzo degli scambi di abitazioni. Tra aprile e giugno di quest’anno si sono realizzate, in termini di transazioni formalizzate, 153.693 compravendite, facendo registrare, rispetto allo stesso trimestre del 2017, una crescita del 5,6% come tasso tendenziale. Aumenta la domanda quindi, e aumentano le compravendite. Secondo Tecnocasa Group i prezzi iniziano a riprendersi ma i mutui, ancora convenienti, spingono all’acquisto soprattutto di trilocali.

Negli ultimi anni, i prezzi delle abitazioni, ormai a livelli minimi avevano determinato un cambiamento a livello di tipologie immobiliari richieste con uno spostamento sui tagli più grandi. Nell’ultima analisi realizzata vediamo che si registra ancora una prevalenza di trilocali (40,8%), a seguire il quattro locali che raccoglie il 23,6% ed i bilocali con il 23,5%. La percentuale di quest’ultima tipologia è in aumento a motivo anche di un ritorno degli investitori. A Milano, unica tra le grandi metropoli, è la tipologia più domandata.

L’offerta sembra assottigliarsi, soprattutto sulle tipologie di qualità. I tempi di vendita sono in lieve diminuzione, in particolare, se l’immobile è correttamente valutato. L’analisi dell’offerta evidenzia che nelle grandi città italiane la tipologia più presente è il trilocale, con la percentuale del 33,7%, a seguire il bilocale con il 23,3% ed infine il quattro locali con il 23,1%.

Comments are closed.