Abi, sospensione rate mutui. Adoc: attendiamo attuazione Fondo di solidarietà

Ieri l’Abi ha prorogato per la quinta volta la sospensione delle rate del mutuo per le famiglie italiane in difficoltà, che hanno subito eventi quali la perdita del lavoro (per qualsiasi tipologia di contratto), un grave infortunio o la morte del mutuatario. L’iniziativa, prevista dall’accordo “Piano Famiglie” che l’Abi ha stretto nel 2009 con le Associazioni dei consumatori, ha permesso ad oltre 82.000 famiglie italiane  di sospendere per un anno il pagamento delle rate del mutuo (per un controvalore in termini di debito residuo di oltre 9,2 miliardi di euro). Grazie alla nuova proroga è stata estesa alle famiglie in grave difficoltà economiche la possibilità di fare domanda per la sospensione delle rate fino al prossimo 31 marzo, per eventi accaduti fino al 28 febbraio, in modo da fornire una continuità con il prossimo Fondo di solidarietà per i mutui.

In attesa che venga attivato il Decreto di attuazione del Fondo di solidarietà per i mutui l’Adoc esprime soddisfazione per la disponibilità e l’attenzione dimostrata dall’Abi. “Un segnale forte di risposta ai bisogni delle famiglie in difficoltà – dichiara Lamberto Santini, Presidente dell’Adoc – proteggere la famiglie e investire su di esse significa credere in una prossima ripresa del Paese. Ripresa che poggia necessariamente sui nuclei familiari e sulla loro compattezza”.

Comments are closed.