Mutui, Tecnocasa: ancora in calo ma timidi segnali di ripresa

Le famiglie italiane hanno ricevuto finanziamenti per l’acquisto dell’abitazione per 5.775,20 milioni di euro nel quarto trimestre del 2013, -7,5% rispetto allo stesso trimestre del 2012 per un controvalore di -466,56 mln di euro. È quanto emerge dai dati riportati nel Bollettino Statistico I-2014 pubblicato da Banca d’Italia nel mese di Aprile 2014 e analizzati dall’Ufficio studi di Tecnocasa. Questi dati confermano la tendenza alla contrazione in corso dall’inizio del 2011 anche se si registra nell’ultimo periodo un aumento della domanda di mutui da parte delle famiglie che una crescente fiducia rispetto alle prospettive future.

Negli ultimi 12 mesi (intero anno 2013) sono stati erogati alle famiglie italiane finanziamenti per l’acquisto della casa per 21.503,92 mln di euro; il saldo annuo, se confrontato con l’intero 2012, segna un calo dei volumi pari al -13,1%, per un controvalore di -3.252,75 mln di euro.

Nel quarto trimestre 2013 si registrano ancora volumi in calo, con variazioni tendenzialmente più contenute e che non superano il -15% ad eccezione di Abruzzo (-16%), Calabria (-17%), e Molise (-24%). Mentre le performance peggiori si riscontrano in Trentino-Alto Adige (che inverte la tendenza dei trimestri scorsi) e Sardegna, che fanno segnare -31,4% e -36,1%. Se si prende in considerazione l’intero 2013 i ribassi più consistenti si registrano in Campania (-24,9%), Abruzzo (-28,5%) e Sardegna (-31,8%); dalla parte opposta la discesa dei volumi è più contenuta per Puglia, Trentino-Alto Adige, Molise, Friuli-Venezia Giulia e Valle d’Aosta (da -3% a -9%). L’unica regione che ha incrementato i propri volumi è l’Emilia Romagna, che chiude l’anno con un leggero aumento (+0,8%).

Comments are closed.