Osservatorio: mutui casa, sul mercato soluzioni anche per le abitazioni ecologiche

Tra i più forti desideri degli italiani c’è quello dell’acquisto di una casa, dove poter vivere con la propria famiglia dimenticando per sempre la spesa dell’affitto mensile. Almeno per i primi anni della vita nella casa di proprietà, però, sono le rate del mutuo ad affliggere i cittadini. Per rendere questo finanziamento meno gravoso, fortunatamente, è possibile mettere i mutui più vantaggiosi a confronto direttamente online, oppure richiedere allo stato i cosiddetti bonus casa disponibili per categorie in difficoltà o per chi fosse interessato alla tutela dell’ambiente.

Le politiche “green”, infatti, sono sempre più utilizzate per incentivare la costruzione di abitati improntati a risparmio energetico ed ecocompatibilità, con gli stessi istituti di credito ad essersi adeguati al trend mediante la predisposizione di offerte di mutui bancari destinati a finanziare l’acquisto di immobili ad alta efficienza energetica. L’indotto che ruota attorno ai mutui green è ormai notevole, conoscerne caratteristiche e termini di sottoscrizione diventa dunque importante anche e soprattutto per gli utenti in cerca di proposte supportate da incentivi e dalle agevolazioni previste dalla legge 90/2013.

Esistono tre differenti tipologie di mutui ecologici: mutui concessi per l’acquisto, mutui concessi per la ristrutturazione e mutui prima casa. I mutui concessi per l’acquisto si caratterizzano per l’assoggettamento a tassi estremamente agevolati, anche se è bene sottolineare come tali condizioni scattino soltanto nel caso in cui l’immobile interessato rispetti certi canoni ambientali o comunque rientri nella classe energetica A: il sistema di funzionamento di ognuno degli impianti dell’abitato deve inoltre garantire un certo livello di risparmio energetico, con gli edifici stessi che devono risultare termicamente isolati.

Interessanti anche le offerte finalizzate a sostenere la riqualificazione energetica degli immobili, con termini di sottoscrizione e tassi d’interesse particolarmente vantaggiosi: perché si possa fruire di tali condizioni è però indispensabile che ogni intervento pianificato rientri in un programma più ampio di riqualificazione energetica (spese per il miglioramento e l’adeguamento dell’impianto termico o rifacimento dell’impianto elettrico con l’inserimento di valvole di regolazione efficienti dal punto di vista energetico e simili).

Anche per i mutui di costruzione è infine prevista l’applicazione di tassi agevolati, ma anche in questo caso il progetto deve prevedere il ricorso a specifici materiali e tracciare un piano di funzionamento degli impianti che risulti ecosostenibile e totalmente green.

Comments are closed.