Osservatorio: mutui prima casa, ecco i migliori per lavoratori a tempo indeterminato

I prezzi degli immobili sono scesi in Italia negli ultimi anni, con la conseguenza che le quotazioni delle case spesso in molte parti d’Italia sono appetibili. Il momento potrebbe essere quindi propizio per capire come richiedere un finanziamento nell’ottica di acquistare la propria casa a seguito dell’accensione di un mutuo. Ma quali sono in questo momento i migliori finanziamenti bancari sul mercato?

A sostegno dei consigli forniti qualche tempo fa per scegliere con sicurezza il proprio mutuo, proviamo a considerare la situazione di un lavoratore a tempo indeterminato di 35 anni che cerca casa a Roma potendo esibire alla banca un reddito netto mensile di 3.500 euro. Supponiamo anche che la prima casa da acquistare abbia un valore di 250 mila euro, e che il mutuo prima casa da richiedere sia a tasso variabile per un importo di 150 mila euro con piano di ammortamento a 25 anni.

Ebbene, utilizzando i servizi gratuiti di comparazione di SuperMoney, i tre migliori mutui del momento per il profilo sopra indicato sono proposti da UniCredit, Deutsche Bank e Banca Popolare di Milano. Nel dettaglio, Unicredit propone il “Mutuo Valore Italia – Acquisto” con un Taeg al 2,95%, spese di istruttoria e di perizia pari rispettivamente a 1.300 euro e 230 euro, ed una rata mensile di 690,43 euro.

Deutsche Bank propone il “Mutuo Pratico a Tasso Variabile” con un Taeg al 2,96%, spese di istruttoria e di perizia pari rispettivamente a 700 euro e 390 euro, ed una rata mensile di 697,89 euro.

Banca Popolare di Milano propone invece il “Mutuo a Tasso Variabile” con un Taeg al 2,99%, spese di istruttoria e di perizia pari rispettivamente a 800 euro e 252 euro, ed una rata mensile di 697,89 euro.

Tutti e tre i mutui presentano un’indicizzazione al tasso Euribor con scadenza a tre mesi più uno spread al 2,50% per il prodotto di UniCredit, ed al 2,60% per il mutuo di Deutsche Bank e per quello della Banca Popolare di Milano.

Comments are closed.