Pignorabilità prima casa, Federconsum: estendere divieto per tutti i cittadini

Estendere l’impignorabilità della prima casa a tutti i cittadini. E’ la richiesta di Federconsumatori che chiede al Governo di intervenire con urgenza affinché la non pignorabilità della prima abitazione, prevista nel Decreto del Fare entrato recentemente in vigore, non sia valida solo per Equitalia ma anche per tutte le altre società private. Sono tanti, infatti, i cittadini che continuano a ricevere atti di pignoramento da parte di società private, anche dopo l’entrata del Decreto del Fare.

Cittadini che, disperati, si sono rivolti a Federconsumatori che ha più volte sollecitato la norma. “La non pignorabilità della prima abitazione è una garanzia di equità sociale che non può avere un valore diverso a seconda che il soggetto che riscuote si chiami Equitalia o in altro modo – scrive l’Associazione – E’ urgente che il governo vari al più presto una norma che tuteli da questo punto di vista tutti i cittadini”.

2 Commenti a “Pignorabilità prima casa, Federconsum: estendere divieto per tutti i cittadini”

  1. Mario ha detto:

    Ciao Luca……bravo, racconti belle favole semplicemente perchè hai ancora un posto di lavoro, sei in affitto, vivi con i genitori, non hai debiti con nessuno, e sopratutto non hai problemii di pignoramento in corso e magari anche dei figli a carico . Per fortuna nemmeno io sono interessato da pignoramenti. Permettimi di replicare la tua favola: 1° a fronte di grandi lavori, la Ditta ti chiede subito la meta in anticipo e il restante della somma concordata a opera terminata, poi se si tratta di lavori lievi di 1000 euro sta a te essere onesto e comunque per 1000 euro di debito non devono e non possono pignorare la prima casa (solo per gli ovvocati e tutta la procedura ne occorrono dai 15.000 ai 25.000 euro). Detto questo, come denuncia FEDERCOSUM, il Decreto del fare, ha giustamente una falla, perchè non tutela tutte le casistiche di debito, ma solo per i debiti contratti con il fisco…. quindi Legge iniqua. Ti sembra giusto che, chi ha contratto un debito di 10.000 venga privato della sua unica casa, costruito con rinuncie e sacrifici ? cosi facendo, ti tolgono ogni dignità umana, e ti rendono la vita impossibile. Negli ultimi tempi, a causa della Crisi,la maggioranza delle persone stanno perdendo i posti di lavoro e non riescono piu a far fronte ne alle spese quotidiane per i viveri e ne a debiti contratti con privati ((parlo anche di piccoli prestiti per l’auto nuova o per lo studio dei figli ecc). Parlo di persone oneste, lavoratori, con moglie e figli e non di delinquenti opportunisti che fanno intrallazzi (a quelli gli toglierei tutto anche le mutande) Rifletti intensamente prima pubblicare favole. La casa è un bene di tutti e va tutelato sempre qualsiasi sia la fonte del debito. Poi se vuoi affrontiamo anche il discorso delle banche. Ciao Mario

  2. luca M. ha detto:

    Una idea geniale…

    quindi io chiamo l’elettricista ed il muratore e gli faccio rifare casa…poi non li pago perchè mi gira storto, anzi mi faccio pagare da loro anche il materiale.
    Alla fine mi rimango la casa gratis e rimessa a nuovo…tanto se non lo voglio pagare non vedranno un soldo visto che non possono pignorarmi la prima casa….oppure glieli do in rate da 1 centesimo all’anno e loro si attaccano

    e così via per altri 10.000 ipotesi….

    siamo in Italia, prima di lanciare certe idee campate in aria bisognerebbe pensare alle conseguenze.