Sfratti, polemica su annuncio blocco del Ministro Lupi

E’ polemica sulla richiesta di sospensione degli sfratti annunciata dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi. “Le misure millantate dal Ministro sono fuori tema o comunque del tutto inadeguate ad affrontare il problema – scrive in una nota l’Unione Inquilini di Roma – Basti pensare che i millantati 446 milioni di euro dichiarati dal Ministro sono la somma di risorse stanziate fino al 2020 e non certo annuali”.

Sulla questione interviene anche il Codacons, secondo cui il Ministro Lupi sta sbagliando. “Evidentemente al Governo non si è capito che oltre 30mila famiglie rischiano seriamente di rimanere senza abitazione – spiega il Presidente del Codacons Carlo Rienzi – E non si tratta di inquilini morosi che per hobby non pagano l’affitto, ma di soggetti anziani e disabili i quali, per le condizioni di indigenza o incapacità in cui versano, non possono essere costretti a lasciare l’abitazione nella quale vivono da anni”. “Per quanto riguarda i proprietari degli immobili  – prosegue Rienzi – le loro esigenze vanno tutelate consentendo gli sfratti solo quando il proprietario necessita realmente dell’immobile per proprie esigenze personali, e non per speculare sui prezzi degli affitti. L’errore del Governo sulla mancata proroga al blocco degli sfratti è dimostrato anche dall’appello lanciato dagli assessori delle principali città italiane, perché evidentemente quanto fatto finora dall’esecutivo è del tutto insufficiente a risolvere il problema”.

Comments are closed.