Studenti, affitti oltre la crisi. Immobiliare.it: 380€ a stanza

Crisi sì, ma non tale da far calare gli affitti per gli studenti fuori sede: secondo l’Ufficio Studi di Immobiliare.it la richiesta media per una stanza singola si aggira sui 380€ e 280 per un posto in doppia. La città universitaria più cara d’Italia è Milano, dove uno studente arriva a pagare 480€ per una singola (il 26% in più della media nazionale) e 320 per una doppia, ma se vuole vivere in centro deve spendere anche 590€ per una stanza. Subito dietro c’è Roma con 410€ per una singola e 300 per una doppia (in centro però una stanza costa 500€).

Dopo Milano e Roma troviamo le altre città, destinazioni tradizionali degli universitari e cioè Firenze (360 euro per la singola, 260 per il posto in doppia), Bologna (330 per una stanza singola, 240 per la doppia) e Torino (320 euro per la singola, 220 per il posto in una stanza condivisa). Al Sud si paga meno, con prezzi medi per la singola sotto i 200 euro a Catania e Palermo.

La differenza di prezzo dell’offerta è strettamente connessa alle attrattive che le città hanno per gli studenti, ma anche per i giovani lavoratori. È con loro, infatti, che matricole e non devono “contendersi” le stanze disponibili: questo fa lievitare la domanda di questa tipologia di affitto nelle città più produttive del Paese.

Interessante notare la crescita del fenomeno degli affitti parziali, che ormai sembra consolidato nel mercato immobiliare italiano: il 14% dell’offerta presente su Immobiliare.it vede tra gli inquilini anche il padrone di casa.

Comments are closed.