1. Skip to navigation
  2. Skip to content
  3. Skip to sidebar



Archivio della categoria ‘Prezzi e tariffe’

Macchianera Internet Awards, fra i premiati Lercio.it e Zerocalcare

lunedì, 18 settembre, 2017

Miglior sito, miglior sito di satira e miglior battuta dell’anno. Questo il tris riuscito a Lercio.it, sito di satira e informazioni dichiaratamente false (ma spesso confuse con quelle reali, anche se i fini satirici sono evidenti, insieme al tono ironico e paradossale) che si è aggiudicato i tre premi nei Macchianera Internet Awards 2017, gli Oscar della Rete che premiano i  migliori siti e influencer italiani insieme alle pagine social più interessanti. (altro…)



Prezzi, Istat: ad agosto inflazione a più 1,2%

giovedì, 14 settembre, 2017

Ad agosto l’inflazione aumenta dello 0,3%su base mensile e dell’1,2 rispetto ad agosto del 2016, accelerando rispetto all’1,1% di luglio. A trainare la ripresa dell’inflazione ci sono soprattutto i prezzi dei Beni energetici non regolamentati, la cui crescita si porta a più 4,3% (da più 2,1% del mese precedente) e i prezzi dei Servizi relativi ai trasporti, che aumentano del 4,4%, in accelerazione dal +3,2% di luglio. Così l’Istat nei dati definiti dei prezzi al consumo di agosto, che confermano la stima preliminare. (altro…)



Tutti in palestra per rimettersi in forma? Federconsumatori: ecco quanto ci costa

venerdì, 8 settembre, 2017

Quanto costa rimettersi in forma dopo l’estate? Nulla, se si decide di svegliarsi all’alba e dedicarsi alla camminata veloce nel quartiere. Decisamente di più se si decide di iscriversi (o si ritorna) in palestra, che si voglia smaltire qualche chilo di troppo o semplicemente scaricare lo stress del lavoro quotidiano sul tapis roulant. I prezzi sono diversi e il budget da mettere in conto può essere molto vario: un abbonamento annuale costa in media circa 440 euro, un trimestrale è intorno ai 157 euro, per un carnet di dieci ingressi si paga poco più di 100 euro. (altro…)



Prezzi, Istat: inflazione ad agosto a 1,2%. Consumatori: nuova stangata per italiani

giovedì, 31 agosto, 2017

Secondo i dati provvisori di agosto resi noti oggi dall’Istat, l’inflazione registra un aumento dell’1,2% su base annua, dall’1,1 di luglio. La lieve ripresa dell’inflazione, afferma l’Istituto Nazionale di statistica, si deve principalmente ai prezzi dei beni energetici non regolamentati, la cui crescita si porta a +4,3% (da +2,1% del mese precedente) e alla dinamica dei prezzi dei servizi relativi ai trasporti (+4,4%, in accelerazione dal +3,2% di luglio). (altro…)



Aumenti nascosti, Adoc: serve intervento Ue per tutelare i diritti dei consumatori

lunedì, 28 agosto, 2017

Un ricarico a danno dei consumatori pari all’8,6%. A tanto ammontano le entrate extra che le compagnie di telefonia fissa e mobile riescono ad ottenere attraverso l’escamotage del cambio di fatturazione da 30 a 28 giorni che aggiunge di fatto una mensilità al conto annuale. Molte sono ormai le associazioni di consumatori che hanno segnalato la pratica così come diversi sono stati gli interventi dall’Autorità Antitrust a carico delle imprese. Ma tutto questo sembra ancora non essere sufficiente. (altro…)



Prezzi, Istat: inflazione ancora in discesa. A giugno rallenta all’1,2%

venerdì, 14 luglio, 2017

Per il secondo mese consecutivo i prezzi al consumo e l’inflazione frena all’1,2% su base annua, mentre diminuisce dello 0,1% rispetto al mese precedente. Lo rileva l’Istat che conferma quindi le stime preliminari. (altro…)



Inflazione, Istat: a maggio rallenta a più 1,4% sull’anno

giovedì, 15 giugno, 2017

L’Istat conferma il rallentamento dell’inflazione a maggio. Su base mensile, l’indice dei prezzi diminuisce dello 0,2% rispetto ad aprile e aumenta dell’1,4% rispetto a maggio 2016 (+1,9% ad aprile), confermando la stima preliminare. La frenata dell’inflazione, spiega l’Istat, dipende soprattutto dall’andamento dei prezzi di alcuni prodotti la cui crescita si riduce: gli energetici non regolamentati (+6,8%, da +9,1% di aprile), i Servizi relativi ai trasporti (+3,2% da +5,5%) e gli Alimentari non lavorati (+3,8% da +4,7%). (altro…)



TopNews / Dal 2018 addio alle monetine da 1 e 2 cent. Ci saranno rincari?

venerdì, 2 giugno, 2017

Addio alle monetine da 1 e 2 centesimi dal 2018. Difficili da usare, spesso abbandonate nelle tasche o nei portafogli, “spiccioli” che non si riesce a smaltire perchè non vengono accettati neanche dai distributori automatici. La sospensione del conio di 1 e 2 centesimi è stata decisa dalla Commissione Bilancio della Camera che nei giorni scorsi ha dato il via libera a un emendamento alla manovrina, primo firmatario Sergio Boccadutri del Pd, che sospende appunto dal 2018 il conio dei centesimi più piccoli. Le monetine in circolazione conserveranno il loro valore legale. (altro…)



Inflazione, Istat: a maggio rallenta a più 1,4%

mercoledì, 31 maggio, 2017

A maggio l’inflazione rallenta e si attesta all’1,4%. I dati provvisori diffusi oggi dall’Istat dicono che a maggio 2017 l’inflazione diminuisce dello 0,2% su base mensile e registra un aumento dell’1,4% rispetto a maggio 2016 (era +1,9% ad aprile). Si tratta di un rallentamento dovuto soprattutto all’andamento dei prezzi di alcuni prodotti, per i quali la crescita rallenta anche se rimane sostenuta: è il caso, spiega l’Istat, dei prodotti Energetici non regolamentati (+6,8%, da +9,1% di aprile), dei Servizi relativi ai trasporti (+3,2%, da +5,5%) e degli Alimentari non lavorati (+3,7%, da +4,7%). Rispetto ad aprile, la diminuzione è legata soprattutto al ribasso dei prezzi dei servizi relativi ai trasporti, che segnano una flessione del 2,2%. (altro…)



Inflazione, Istat: ad aprile, più 1,8%. Salgono energia elettrica, gas e trasporti

venerdì, 28 aprile, 2017

Balzo in avanti dell’inflazione, che su base annua segna un aumento dell’1,8% rispetto all’1,4% di marzo. Su base mensile, invece, l’indice dei prezzi al consumo aumenta dello 0,3%. Le stime odierne dell’Istat per il mese di aprile parlano di un’inflazione in ripresa, con un andamento legato soprattutto dall’aumento dei prezzi dell’energia elettrica e del gas (rispettivamente a più 5,4% e a più 6%), in inversione di tendenza rispetto a marzo, e alla dinamica dei servizi relativi ai trasporti (più 5,5%). Il carrello della spesa va su dell’1,8% – ma rallenta rispetto a marzo. I Consumatori stimano rincari consistenti per le famiglie. (altro…)



Mercato dell’energia, Feder: più concorrenza non è uguale a più convenienza

martedì, 11 aprile, 2017

In 20 anni gas ed energia elettrica fanno registrare aumenti da record. Dal 1996 al 2016 il costo delle due risorse energetiche è aumentato rispettivamente del 52,44% e del 74,5%. Lo rileva Federconsumatori che ha presentato questa mattina i dati sull’andamento delle tariffe dell’energia elettrica e del gas, sia sul mercato libero che su quello tutelato. Nel dettaglio, nel 2016, la spesa di una famiglia media è stata di 1.124 euro annui per il gas (con un consumo di 1400 mc) e di 498 euro per l’energia elettrica (per un consumo di 2700 Kwh). (altro…)



ADSL, Facile.it: italiani alla ricerca di migliori tariffe e velocità di connessione

giovedì, 6 aprile, 2017

Gli italiani hanno imparato a muoversi con abilità fra le varie offerte ADSL presenti sul mercato e cambiano spesso fornitore. Nonostante per un terzo delle famiglie italiane Internet resti ancora una chimera, per coloro i quali hanno a disposizione una connessione, il cambio di operatore sembra essere diventata un’operazione molto semplice. Secondo i dati di un’indagine condotta a marzo 2017 da Facile.it (https://www.facile.it/adsl.html), il 20,11% degli italiani infatti ha effettuato una migrazione più di una volta negli ultimi 5 anni. (altro…)



La stangata delle tariffe. Federconsumatori: in dieci anni l’acqua va a più 89%

martedì, 4 aprile, 2017

In dieci anni le tariffe dell’acqua sono volate di oltre l’89%. La raccolta rifiuti è aumentata del 52%. Tariffe in su di oltre il 46% per i trasporti ferroviari passeggeri. E pure pedaggi, parcheggi e servizi postali aumentano tutti di oltre il 40%. L’inflazione, invece, dal 2006 al 2016 è aumentata del 15,7%. (altro…)



Inflazione, Istat: più 1,4% a marzo. Consumatori: “Prezzi ancora troppo alti”

venerdì, 31 marzo, 2017

Nonostante il lieve rallentamento dell’inflazione che, secondo gli ultimi dati Istat, si attesta intorno a un +1,4%, i prezzi sono ancora troppo alti per le famiglie che affrontano costi pari a 414 euro all’anno – il carrello della spesa raggiunge il +2,3% – e la disoccupazione non accenna a diminuire. Così Federconsumatori legge le stime diffuse oggi dall’Istat, che parlano appunto di un aumento dell’inflazione dell’1,4% rispetto al 2015. (altro…)





Accise benzina, AACC: “No” al rincaro per far quadrare i conti con Bruxelles

mercoledì, 1 febbraio, 2017

No all’ennesimo aumento delle accise sui carburanti. Lo afferma il Codacons, commentando le indiscrezioni sulle proposte che il Governo presenterà oggi a Bruxelles come risposta ai rilievi Ue sui conti pubblici. (altro…)



Maltempo: rincari per alcuni prodotti agricoli, Codici denuncia possibili speculazioni

venerdì, 13 gennaio, 2017

Rincari fino al 200 per cento per alcune verdure: fagiolini venduti a 6 euro al chilo, zucchine dai 5 agli 8 euro (a seconda della qualità e della provenienza), bietole e melanzane a 5 euro. Lo si apprende da fonti stampa. Raddoppiati anche i listini di lattuga e pomodori datterino. Un caro-prezzi da attribuire alla neve e al gelo che ha colpito il Centro-Sud e che ha provocato un taglio del 25 per cento della produzione. (altro…)



Maltempo, speculazioni su prezzi ortofrutta, Codacons presenta esposto

mercoledì, 11 gennaio, 2017

Il Codacons ha presentato oggi un esposto a 104 procure della Repubblica di tutta Italia denunciando le intollerabili speculazioni sui prezzi di frutta e verdura registrate in questi giorni e legate al maltempo. (altro…)



Consumi, Istat: Italia in deflazione. Non accadeva da più di 50 anni

mercoledì, 4 gennaio, 2017

Nel 2016, l’Italia risulta nel suo insieme in deflazione. Negli scorsi 12 mesi i prezzi al consumo registrano una variazione negativa (-0,1%): è dal 1959 (quando la flessione fu pari a -0,4%) che non accadeva. Lo rileva l’Istat comunicando i dati provvisori sui prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC). Al lordo dei tabacchi, si registra un aumento dello 0,4% rispetto al mese precedente e dello 0,5% nei confronti di dicembre 2015. (altro…)



Rincari 2017, Consumatori: prezzi e tariffe a quota +771 Euro annui per famiglia

martedì, 3 gennaio, 2017

Nel 2017 la stangata di prezzi e tariffe toccherà quota +771 Euro annui, per una famiglia media. È quanto comunicato da Federconsumatori e Adusbef, in base ai dati elaborato dall’O.N.F. – Osservatorio Nazionale Federconsumatori. Previsione messa a dura prova dai rincari annunciati per luce, gas e autostrade che da sole assorbiranno 115 euro annui, riducendo notevolmente il potere d’acquisto delle famiglie italiane. (altro…)



Energia: l’anno si apre con rincari elettricità (più 0,9%) e soprattutto gas (più 4,7%)

martedì, 3 gennaio, 2017

L’anno si apre con un rincaro delle tariffe di energia elettrica e gas. La luce aumenta dello 0,9%, il gas ha un deciso rialzo del 4,7%. E i Consumatori sono preoccupati: stimano rincari superiori a cinquanta euro a famiglia per i costi dell’energia. L’aumento della bolletta dell’elettricità, più leggero, e quello più marcato del gas – sul quale incide l’aumento delle quotazioni per il maggior consumo invernale – si registrano dal primo gennaio, secondo quanto prevede l’aggiornamento delle condizioni economiche nel mercato di maggior tutela per il primo trimestre 2017, comunicato nei giorni scorsi dall’Autorità per l’energia. (altro…)



Benzina: aumenti dopo accordo Paesi su greggio, UNC: pessima notizia per italiani

lunedì, 12 dicembre, 2016

I Paesi Opec e non Opec hanno formato un accordo storico; come si apprende da fonti stampa, per la prima volta dal 2001 è stata siglata un’intesa comune per tagliare l’offerta mondiale di petrolio. In sede di trattativa, undici Paesi produttori di petrolio hanno concordato con i Paesi Opec di tagliare dal prossimo gennaio 558 mila barili al giorno, unendosi all’impegno Opec di ridurre l’offerta di 1,2 milioni di barili. La Russia, secondo produttore mondiale, eliminerà 300 mila barili. (altro…)



Eurostat: un quarto della spesa delle famiglie è per casa, energia e acqua

martedì, 29 novembre, 2016

In Europa un quarto della spesa per consumi delle famiglie se ne va in spese per la casa, l’acqua, l’elettricità e il gas. Si tratta della voce di spesa che ha avuto il maggior aumento negli ultimi dieci anni, passando dal 22,5% del totale dei consumi delle famiglie nel 2005 al 24,4% del 2015. Una tendenza diffusa un po’ ovunque nei paesi europei, pur con qualche differenza. Dopo le spese per la casa, le maggiori voci sono i trasporti e il cibo con le bevande non alcoliche. L’Italia si trova in posizione intermedia, un po’ sotto la media europea. (altro…)



Istat: a ottobre l’Italia torna in deflazione, meno 0,2% su base annua

lunedì, 14 novembre, 2016

A ottobre l’Italia torna sotto il segno della deflazione. L’inflazione infatti diminuisce dello 0,1% su base mensile e cala dello 0,2% rispetto a ottobre dello scorso anno (la stima preliminare parlava di una flessione dello 0,1%) mostrando di nuovo tendenze deflazionistiche dopo la leggera ripresa di settembre. Sono i dati definitivi sui prezzi al consumo diffusi oggi dall’Istat. I prezzi dei beni alimentari, per la cura della casa e della persona aumentano dello 0,1% rispetto a settembre e sono anch’essi in calo dello 0,2% su base annua. (altro…)



Confesercenti: corrono le tariffe, acqua a più 18% rispetto al 2014

lunedì, 14 novembre, 2016

Le tariffe corrono più dell’inflazione. E alcuni rialzi sono particolarmente preoccupanti perché è davvero difficile immaginare possibilità di risparmio da parte delle famiglie: basti pensare che dal 2014 a oggi le tariffe dell’acqua sono aumentate del 18,4%, quelle dei servizi sanitari locali del 12%, gli asili nido del 4,4%, i trasporti urbani del 4,6%. Nello stesso periodo, le tariffe postali sono aumentate di oltre il 25% e anche i pedaggi autostradali segnano un più 6,5%. Non c’è di che rallegrarsi. (altro…)