1. Skip to navigation
  2. Skip to content
  3. Skip to sidebar



Archivio della categoria ‘Ambiente’

La green economy? Popolare nel Paese ma poco frequentata dai leader politici

sabato, 28 ottobre, 2017

Gli italiani sanno cos’è la green economy e nove su dieci la ritengono un driver di sviluppo. L’argomento sembra invece di scarso interesse per i leader politici, le cui dichiarazioni nei Tg hanno riguardato solo tre volte su cento temi di green economy. (altro…)



Glifosato: la Ue rinvia la decisione. Stati spaccati, no dell’Italia

sabato, 28 ottobre, 2017

L’Unione europea rinvia la decisione sul glifosato. La proposta della Commissione di rinnovare l’autorizzazione all’uso di questo erbicida per altri dieci anni non ha raccolto il parere positivo della maggioranza degli Stati. La riunione del comitato Paff per alimenti, mangimi e piante si sarebbe dovuta esprimere oggi anche su una proposta di rinnovo del glifosato per un periodo di tempo compreso fra 5 e 7 anni ma si è chiusa senza voto. Tutto rimandato, insomma, a una prossima riunione di cui ancora non si conosce la data. (altro…)



Smog, Greenpeace si arrampica sulla Tangenziale di Roma: “Stop diesel”

giovedì, 26 ottobre, 2017

Stop ai veleni emessi dai diesel. Respirare è un diritto. Per ribadirlo, questa volta gli attivisti di Greenpeace sono entrati in azione a Roma e si sono arrampicati sulla Tangenziale Est, su viale dello Scalo di San Lorenzo. Sospesi nell’aria, hanno voluto manifestare in una delle aree più trafficate della Capitale – quella sopraelevata che corre fra i palazzi e sopra le teste dei cittadini – per denunciare l’incapacità delle amministrazione di prendere provvedimenti efficaci e non d’emergenza a tutela della salute. “Respirare è un diritto – Stop diesel”, si legge nello striscione appeso sulla Tangenziale, accompagnato dalla riproduzione di due polmoni pieni di fumo. (altro…)



Premio Sviluppo Sostenibile: ecco le aziende leader della green economy

giovedì, 26 ottobre, 2017

Filati di qualità in lana riciclata, riqualifica del bacino della Laguna di Venezia e colonnina per la ricarica bidirezionale delle automobile elettriche: questi le tre realtà che si sono aggiudicate il Premio Sviluppo Sostenibile 2017. Il riconoscimento – promosso dalla Fondazione Sviluppo Sostenibile e da Ecomondo – è giunto quest’anno alla nona edizione e premia la green economy “made in Italy”, ovvero le aziende che hanno saputo unire qualità ambientale e competitività industriale. (altro…)



Petizione #bastapfas, Legambiente: consegnate a Zaia 14.754 firme

giovedì, 26 ottobre, 2017

Nella giornata di ieri una delegazione di Legambiente, Coordinamento Acque Libere da Pfas, Mamme No Pfas e Genitori attivi zona rossa ha consegnato agli assessori regionali alla Sanità, Luca Coletto, e all’Ambiente, Gianpaolo Bottacin, delegati del presidente delle Regione Veneto Luca Zaia 14.754 firme dei cittadini residenti nei ventuno comuni della zona rossa, ossia l’area dei comuni inquinati dalla presenza di Pfsa e Pfoa nell’acqua. (altro…)



Strategia energetica nazionale: verso lo stop al carbone entro il 2025

mercoledì, 25 ottobre, 2017

L’Italia è orientata a dire stop al carbone entro il 2025. Ad annunciarlo il Ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda. “Indicheremo che l’obiettivo politico è il phase out dal carbone entro il 2025”, ha annunciato Calenda, che insieme al Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti ha presentato ieri gli esiti della consultazione pubblica sulla nuova Strategia Energetica Nazionale (SEN). Questa dovrebbe essere chiusa entro la prima settimana di novembre. (altro…)



Economia circolare, Parlamento Ue: aumentare uso di fertilizzanti organici

martedì, 24 ottobre, 2017

Aumentare l’uso di materiali riciclati per produrre fertilizzanti e porre limiti più stringenti per le sostanze contaminanti come il cadmio: è quanto prevede il Parlamento europeo nelle nuove regole approvate oggi, per le quali i fertilizzanti innovativi prodotti con materiali organici o riciclati dovrebbero essere venduti più facilmente in tutta l’Unione europea. (altro…)



Glifosato: oggi il voto del Parlamento europeo

martedì, 24 ottobre, 2017

Il Parlamento europeo vota oggi sul glifosato. I deputati si esprimeranno in seduta plenaria per chiedere restrizioni immediate sull’uso del glifosato, potente erbicida sul quale pesano forti sospetti di tossicità, e un divieto totale entro dicembre 2020. Nel progetto di risoluzione che sarà messo in votazione, i deputati si oppongono alla proposta della Commissione europea per il rinnovo di 10 anni della licenza per il controverso diserbante. (altro…)



Smog, Greenpeace: scuole a Roma, i bimbi respirano biossido di azoto

sabato, 21 ottobre, 2017

Saluta mamma e papà, prendi un bel respiro con l’aria frizzante del mattino, poi di corsa a scuola. La scena si ripete per tutta la settimana. Ma quella boccata d’ossigeno non è affatto salutare per i bambini, perché quello che aspirano è in realtà tossico: nell’aria c’è troppo biossido di azoto. Nelle scuole di Roma i valori sono sempre superiori ai limiti di legge e per Greenpeace la soluzione deve essere adottata il prima possibile: fermare la auto diesel nelle città. (altro…)



Inquinamento, The Lancet: causa 9 milioni di morti premature l’anno

sabato, 21 ottobre, 2017

L’inquinamento è la più grande causa al mondo di malattie e morti premature. Smog, acqua e suolo contaminati mietono vittime, tante. Nel 2015 hanno provocato 9 milioni di morti premature, pari al 16% del totale, più delle vittime di Aids, tubercolosi e malaria messe insieme, 15 volte in più delle vittime di guerre e violenze. (altro…)



Agenzia europea Ambiente: in Europa danni da disastri naturali per 450mld

sabato, 21 ottobre, 2017

Le perdite economiche complessive documentate generate da eventi atmosferici e climatici estremi nei 33 Stati membri dell’AEA nel periodo 1980-2016 hanno superato i 450 miliardi di euro. La quota maggiore delle ripercussioni economiche è stata causata dalle inondazioni (circa il 40 %), seguite dalle tempeste (25 %), dalla siccità (circa il 10 %) e dalle ondate di calore (circa il 5 %). La copertura assicurativa complessiva di questi pericoli ammonta a circa il 35 %. Per quanto concerne le conseguenze sulla salute umana, le ondate di calore sono i fenomeni più letali, soprattutto per categorie vulnerabili come gli anziani. (altro…)



Obiettivo Sostenibilità. Salvaguardia di flora e fauna terrestre: Italia in forte ritardo

sabato, 21 ottobre, 2017

Nel mondo ci sono 23.928 specie minacciate di estinzione su 82.954. In Italia, sulle 672 specie di vertebrati valutate, 161 sono a rischio di essere perse per sempre. (altro…)



Obiettivo Sostenibilità. Italia indietro nella difesa del mare

sabato, 21 ottobre, 2017

Italia indietro nella difesa del mare. Il monitoraggio degli ecosistemi marini italiani è fra i meno adeguati d’Europa e l’Italia è in ritardo sulla tabella di marcia stabilita dalla Strategia europea per l’ambiente marino. Non riuscirà a raggiungere gli obiettivi da qui al 2020. Un dato è il più allarmante: il sovra-sfruttamento degli stock-ittici monitorati, con una quota dell’88% nel 2014. Quota che rimane ancora troppo alta, sebbene il trend abbia cominciato a migliorare (nel 2013 la quota arrivava fino al 95%). (altro…)



Obiettivo Sostenibilità. Cambiamento climatico: passi avanti ma target lontani

sabato, 21 ottobre, 2017

Dal 1990 le emissioni globali di anidride carbonica sono aumentate del 50% circa: con l’attuale andamento si prevede che, entro la fine del secolo, la temperatura globale aumenterà di 3°C, con effetti disastrosi sugli equilibri ambientali e sociali. In Italia, dal 2014 al 2015 si è riscontrato un aumento del 3% delle emissioni. Il contrasto al cambiamento climatico si muove lungo due direttrici, una nazionale, l’adattamento, ed una globale, la mitigazione. (altro…)



Obiettivo Sostenibilità. Nelle città italiane ancora forte il disagio abitativo

sabato, 21 ottobre, 2017

Nel 2015, quattro miliardi di persone vivevano nelle città, il 54% della popolazione mondiale, mentre si prevede che entro il 2030 saranno in totale cinque miliardi le persone che risiederanno in agglomerati urbani. La proporzione di cittadini che vive negli slum è passata dal 39% del 2000 al 30% del 2014. Nonostante un relativo miglioramento, questo numero continua a crescere in termini assoluti, in parte a causa del fenomeno di urbanizzazione, dell’incremento generale della popolazione e della mancanza di politiche abitative. (altro…)



Sostenibilità, Greenpeace dà i voti ai big dell’IT: promesse solo FairPhone e Apple

giovedì, 19 ottobre, 2017

Non c’è alcun dubbio che smartphone, Pc e tutti i vari device abbiano cambiato il mondo giorno dopo giorno. Ma dietro queste innovazioni del 21° secolo la tecnologia della filiera di produzione dipende ancora da risorse energetiche del 19° secolo, da pericolose attività estrattive, dall’uso di una chimica dannosa e dallo sfruttamento delle risorse più preziose della Terra. Questa realtà nascosta in netto contrasto con l’immagine di pensiero illuminato unito alla coscienza ambientalista che le più importanti aziende IT proiettano di sé. (altro…)



Glifosato, Greenpeace: Ministro Salute conferma che Italia voterà no

martedì, 17 ottobre, 2017

L’Italia voterà no al glifosato. Durante una manifestazione organizzata questa mattina da Greenpeace davanti al Ministero della Salute, il Ministro Beatrice Lorenzin ha raggiunto gli attivisti dichiarando che l’Italia si opporrà al rinnovo dell’autorizzazione al glifosato il prossimo 25 ottobre, quando i Paesi Ue saranno chiamati a votare. È quanto riporta l’associazione, che davanti al Ministero ha portato uno striscione con la scritta “La salute non è in vendita, Stop glifosato” mentre due attivisti vestiti con tuta protettiva, maschera antigas ed erogatore di pesticidi a spalla hanno simulato l’irrorazione con il glifosato dell’ingresso, del piazzale antistante il Ministero e di alcuni alimenti esposti. (altro…)



Emergenza smog, Legambiente: nuovo picco di inquinamento in autunno

lunedì, 16 ottobre, 2017

Cambiamenti climatici e mancanza di interventi strutturali da parte di sindaci e regioni sono le cause principali dell’emergenza smog, diventata ormai sempre più cronica. Quest’anno il picco di polveri sottili nell’aria non ha aspettato il rigido inverno, anzi è arrivato con largo anticipo, prima in primavera e poi in autunno. Da gennaio a metà ottobre sono ben 25 le città che hanno superato il limite di 35 giorni con una media giornaliera oltre i 50 microgrammi per metro cubo previsto per le polveri sottili (PM10). (altro…)



Sacchetti biodegradabili, Adoc: italiani pronti ad accogliere il cambiamento

sabato, 14 ottobre, 2017

Dal prossimo 1° gennaio sarà obbligatorio usare sacchetti biodegradabili e compostabili per l’acquisto di frutta e verdura, ad un costo compreso tra i 2 e i 5 centesimi. Secondo un’indagine di Ipsos Public Affairs, dal titolo “I sacchetti biodegradabili per il reparto ortofrutta”, 6 italiani su 10 sono d’accordo con questa scelta e apprezza la direttiva europea sui sacchetti ultraleggeri in materiale biodegradabile e compostabile. Lo studio evidenzia che i sacchetti per il confezionamento di frutta e verdura sono usati abitualmente dall’80% degli italiani che fanno la spesa al supermercato. (altro…)



Disastri naturali, Agire: nel 2016 colpite 411 mln di persone

venerdì, 13 ottobre, 2017

Da un anno all’altro sono aumentate di quattro volte le persone colpite in tutto il mondo da catastrofi naturali. Lo scorso anno sono state 411 milioni, quattro volte in più rispetto ai 98 milioni del 2015. Le vittime sono diminuite (da 22 mila a 7600) ma si sono contati in tutto il mondi 301 disastri naturali in 102 paesi, con 97 miliardi di dollari di danni economici. L’Italia è il settimo paese al mondo che registra più vittime: sono i morti del terremoto del 24 agosto. Sono numeri tristissimi, quelli diffusi per l’odierna Giornata internazionale per la riduzione dei disastri naturali da Agire. (altro…)



#Salvailsuolo, consegnate 82 mila firme al presidente del Senato

martedì, 10 ottobre, 2017

Oltre 82 mila firme raccolte in Italia, 212 mila in tutta Europa, con un obiettivo preciso: fermare il consumo di suolo, considerarlo un bene essenziale come l’aria e l’acqua, agire sia a livello nazionale che a livello europeo – perché il degrado del suolo ha un peso enorme nell’impatto di eventi naturali che diventano ancora più catastrofici su un territorio sfruttato e cementificato. Oggi la coalizione italiana #salvailsuolo ha consegnato simbolicamente le 82 mila firme raccolte in Italia al presidente del Senato Pietro Grasso. (altro…)



Glifosato, l’Iniziativa dei cittadini europei è stata presentata alla Commissione Ue

lunedì, 9 ottobre, 2017

L’iniziativa dei cittadini europei che chiede di mettere al bando il glifosato è stata ufficialmente presentata alla Commissione europea. L’ICE ha ottenuto oltre un milione di firme. Nei giorni in cui si discute in Europa sul futuro di questo erbicida – con un nulla di fatto nelle ultime riunioni – è stata ufficialmente presentata, venerdì 6 ottobre, l’iniziativa dei cittadini europei che chiede alla Commissione “di proporre agli Stati membri di vietare il glifosato, di rivedere la procedura di approvazione dei pesticidi e di fissare obiettivi obbligatori di riduzione dell’uso dei pesticidi validi in tutta l’UE”. (altro…)



TopNews. #OurOcean, impegni per 6 miliardi di euro

sabato, 7 ottobre, 2017

Impegni per più di sei miliardi di euro per migliorare la gestione degli oceani. Dalla conferenza #OurOcean organizzata dall’Unione europea a Malta arrivano una serie di impegni da parte di soggetti pubblici e privati a tutela della salute degli oceani, per fronteggiare i pericoli dell’inquinamento, ampliare le aree protette, sostenere l’economia blu.  (altro…)



TopNews. #OurOcean, Greenpeace: “Stop plastica in mare”

sabato, 7 ottobre, 2017

La plastica in mare va fermata. E vanno adottate tutte le misure necessarie a far sì che mari e oceani siano ambienti vivi e sicuri, oceani di vita. Così oggi a Malta, nel corso della conferenza internazionale “Il nostro oceano”, l’Unione europea annuncia impegni a tutela del mare per 550 milioni di euro, mentre gli ambientalisti manifestano in difesa del mare. “L’inquinamento causato dalla plastica è un mostro che va fermato”, denunciano Greenpeace e Break Free From Plastic. (altro…)



WWF: plastica, “Highlander” del Mediterraneo. Si sbriciola e non scompare più

sabato, 7 ottobre, 2017

La prima generazione di plastica, quella prodotta nel 1950, è ancora fra noi. Probabilmente si è sbriciolata a causa del sole e del mare, ma una cosa è quasi certa: i suoi granuli galleggiano in mare, trasportati dall’acqua, oppure sono adagiati in qualche lido dorato. La plastica in mare è qualcosa che difficilmente scompare: una bottiglia in plastica rimane nell’ambiente marino per 450 anni. “Il 95% dei rifiuti marini è costituito da materie plastiche che inquinano coste, superfici e fondali marini”. L’allarme è stato lanciato nei giorni scorsi dal WWF, che ha diffuso il report “La plastica: Highlander del Mediterraneo”. (altro…)