1. Skip to navigation
  2. Skip to content
  3. Skip to sidebar



Archivio della categoria ‘News dall’Europa’

Eurobarometro: 57% degli europei favorevoli all’Unione, italiani un po’ sotto la media

venerdì, 28 aprile, 2017

Secondo un numero crescente di cittadini europei, appartenere all’Unione europea è una cosa positiva. Lo dice l’Eurobarometro pubblicato dal Parlamento Ue, secondo il quale l’attaccamento all’Unione europea ha raggiunto nuovamente i livelli pre-crisi registrati nel 2007. (altro…)



Inquinamento da polveri sottili, ultimo avvertimento dell’Europa all’Italia

giovedì, 27 aprile, 2017

Troppo smog in troppe regioni d’Italia, troppi sforamenti nel livello di polveri sottili in un paese che conta 66 mila morti premature legate all’inquinamento atmosferico. Dall’Europa arriva un “ultimo avvertimento” all’Italia perché si metta in regola con le norme europee e garantisca una buona qualità dell’aria riducendo le emissioni di PM10. L’Italia ha ora due mesi di tempo per attivarsi, altrimenti rischia di essere portata davanti alla Corte di Giustizia dell’Unione europea. Da Bruxelles è infatti partito un parere motivato che chiede all’Italia di adottare misure concrete per tutelare la salute pubblica contro l’emissioni di polveri sottili, legate al consumo di energia elettrica e riscaldamento, ai trasporti, all’industria e all’agricoltura. (altro…)



Mutui in valuta estera, CGUE: non è abusiva clausola restituzione stessa moneta

giovedì, 27 aprile, 2017

La banca non può prevedere le variazioni del tasso di cambio di una valuta negli anni. E dunque se i consumatori hanno contratto mutui e prestiti in valuta estera, l’obbligo di rimborsare le rate nella valuta estera non può essere considerato di per sé una clausola abusiva. Queste le conclusioni cui è giunto l’avvocato generale della Corte di Giustizia dell’Unione europea, che si è pronunciato su un caso relativo a clausole di contratti di credito che prevedevano il rimborso dell’importo versato nella valuta estera nella quale il credito è stato concesso – in quel caso, franchi svizzeri. (altro…)



Mai più Rana Plaza. Tessile, Parlamento Ue chiede norme a tutela dei lavoratori

giovedì, 27 aprile, 2017

Vestiti fatti a prezzo di una grande sofferenza umana, quella dei lavoratori di paesi lontani cui non vengono riconosciuti adeguati diritti e salari, per non parlare delle condizioni di pericolo in cui lavorano: è una situazione purtroppo conosciuta ma ancora poco affrontata dalle istituzioni europee. Il Parlamento europeo ha sollecitato oggi la Commissione a prendere di petto la questione – con obblighi di trasparenza vincolanti sulla catena dell’abbigliamento e dei fornitori di tessuti – perché siano introdotte norme europee che obblighino a rispettare i diritti dei lavoratori. (altro…)



Morbillo, Commissario Ue alla Salute: “Anti vaccino, vergognatevi”

giovedì, 20 aprile, 2017

“Anti vaccino, vergognatevi”. Se c’era bisogno di sottolineare quanto sia rovente la questione dei vaccini e quanto si stia diffondendo ovunque il timore per una recrudescenza di malattie che parevano sotto controllo arriva oggi una dichiarazione durissima del Commissario europeo alla Salute. Breve, concisa e diretta, perché affidata a twitter. Scrive il Commissario Vytenis Andriukaitis: “Sui giornali di oggi: morbillo epidemico in Italia. Prima morte per morbillo in Portogallo. Aumento dei casi di morbillo in Germania. Deplorevole. Vergognatevi, anti-vaccino!”. (altro…)



Europa, arrivano due nuove IGP: olio Marche e vitelloni piemontesi della coscia

giovedì, 20 aprile, 2017

La Commissione europea ha approvato due nuovi prodotti italiani che si aggiungono così al registro di qualità delle Indicazioni geografiche protette (IGP). Il primo prodotto, denominato “Marche“, è un olio extravergine d’oliva caratterizzato dal colore giallo-verde e da un’intensità media di fruttato, amaro e piccante. La zona di produzione comprende la regione delle Marche, dove l’olivo costituisce la principale coltura arborea. L’olio “Marche” è molto rinomato fin dall’antichità. I riferimenti storici più antichi risalgono al XII secolo.

Il secondo prodotto, chiamato”vitelloni piemontesi della coscia“, è una carne bovina. I bovini sono allevati in Piemonte e Liguria. L’abbondanza di acqua e la fertilità dei terreni costituiscono condizioni molto favorevoli all’allevamento tradizionale dei vitelloni piemontesi della coscia. Si distinguono dagli altri bovini per il tenore molto basso di lipidi e il tenore elevato di proteine. Le nuove denominazioni si aggiungeranno agli oltre 1390 prodotti già protetti.



Importazioni di prodotti bio, Europa: da domani nuova certificazione elettronica

martedì, 18 aprile, 2017

Migliorare la tracciabilità dei prodotti biologici e ridurre il rischio di frode sono fra i principali obiettivi del nuovo sistema di certificazione elettronica per i prodotti bio importati in Europa. Da domani si applicherà infatti il nuovo sistema di certificazione elettronica per monitorare meglio le importazioni di prodotti biologici. “Con le nuove regole migliora la tracciabilità dei prodotti biologici, un mercato importante in piena crescita”, ha commentato il Commissario per l’agricoltura Phil Hogan. (altro…)



Ogm, Parlamento Ue chiede stop a nuove autorizzazioni di mais

mercoledì, 5 aprile, 2017

Il Parlamento europeo chiede di bloccare le nuove autorizzazioni all’importazioni di cibo e sementi che contengono alcune varietà di mais Ogm: mancano dati e studi con adeguate informazioni, dicono i deputati europei, che chiedono anche di rivedere le procedure di autorizzazione degli Ogm perché l’obiezione del Parlamento europeo non è vincolante per la Commissione. In una risoluzione (426 voti a favore, 230 contrari e 38 astensioni) i deputati si sono opposti alla possibilità che la Commissione autorizzi l’importazione di cibo e sementi contenenti alcuni tipi di mais ogm resistente agli erbicidi e ai parassiti. (altro…)



Dieselgate, Parlamento Ue: salute pubblica non è stata tutelata

martedì, 4 aprile, 2017

Multe fino a 30 mila euro a vettura per le case automobilistiche che falsificano i risultati dei test sulle emissioni. Più controlli sulle auto in strada. La possibilità di avere un sistema di ricorso collettivo a livello europeo. Sono alcune delle richieste e delle proposte che arrivano dal Parlamento europeo, che oggi ha approvato una risoluzione sullo scandalo delle emissioni truccate e punta il dito contro la Commissione europea e gli Stati membri , perché in tutta la vicenda non sono riusciti a tutelare la salute pubblica. (altro…)



Olio di palma, Parlamento Ue: stop uso nei biocarburanti, sì a garanzia sostenibilità

martedì, 4 aprile, 2017

Garantire che solo l’olio di palma sostenibile entri nel mercato europeo. Tracciarlo e individuarlo con un sistema di certificazione unico. Ed eliminare progressivamente il ricorso agli oli vegetali , incluso il palma, nella produzione di biocarburanti da qui al 2020. Il contestatissimo olio di palma, dapprima sconosciuto ai più e ora al centro di una vasta campagna d’opinione che denuncia la sua insostenibilità per l’ambiente, le popolazioni, i diritti e la salute, diventa protagonista di un voto del Parlamento europeo che chiede quasi all’unanimità di  contrastare l’impatto non sostenibile della produzione di olio di palma, individuata come causa di deforestazione, danni all’habitat dei paesi del sud est asiatico, nonché violazioni dei diritti umani. (altro…)



Olio di palma, Parlamento Ue: domani voto su sistema certificazione Ue

lunedì, 3 aprile, 2017

Rafforzare la tutela dell’ambiente, impedire il disboscamento, trovare un sistema unico di certificazione per l’Unione europea: sono gli obiettivi di una relazione che il Parlamento europeo si appresta a votare domani sull’olio di palma. Un olio vegetale economico, poco utilizzato fino a trent’anni fa e oggi diventato ingrediente di un’amplissima varietà di prodotti alimentari, ma anche di cosmetici e biocarburanti. Una vasta campagna d’opinione sta portando alla sua progressiva eliminazione da tanti cibi confezionati – biscotti, snack, creme spalmabili e quant’altro. (altro…)



Ogm, avvocato CGUE: Stati possono vietarli solo per gravi rischi salute

giovedì, 30 marzo, 2017

Gli Stati possono adottare misure d’emergenza sugli Ogm, su alimenti e mangimi geneticamente modificati, solo se possono dimostrare, oltre all’urgenza, l’esistenza di un “rischio manifesto e grave per la salute e per l’ambiente”. Questa la valutazione che l’avvocato generale della Corte di Giustizia dell’Unione europea propone in merito alla controversia che vede opporsi l’Italia all’agricoltore Giorgio Fidenato e ad altri, imputati in un procedimento penale per aver coltivato nei loro campi, in provincia di Udine, mais Ogm MON810. (altro…)



Sicurezza stradale in Europa: vittime in calo del 19% dal 2010 al 2016

martedì, 28 marzo, 2017

“Risultati incoraggianti” per la sicurezza stradale in Europa ma necessità di proseguire negli sforzi per ridurre il numero di vittime: così la Commissione europea presenta gli ultimi dati sulle vittime della strada, che nel 2016 sono diminuite del 2% rispetto all’anno precedente. I numeri, visti tutti insieme, sono impressionanti: lo scorso anno sulla strade dell’Unione hanno perso la vita 25.500 persone, 600 in meno del 2015, 6 mila in meno rispetto al 2010. Sono 135 mila, secondo le stime della Commissione, le persone rimaste gravemente ferite – soprattutto pedoni,  motociclisti e ciclisti, che rappresentano le persone più vulnerabili. (altro…)



Ogm, non c’è accordo fra Stati Ue. La palla passa alla Commissione europea

martedì, 28 marzo, 2017

Adesso la palla passa alla Commissione europea. Perché sul voto agli Ogm non c’è accordo fra gli Stati membri, che nella votazione in sede di Comitato d’Appello Ue non hanno raggiunto la maggioranza qualificata per decidere su tre mais Ogm. Si discuteva ieri dell’autorizzazione alla coltivazione di due mais Ogm – il BT11 della Syngenta e il 1507 della DuPont Pioneer – e il rinnovo dell’autorizzazione dell’unico Ogm al momento ammesso per la coltivazione nell’Unione europea, il mais MON810 della Monsanto. L’Italia ha votato contro ma questo non cambia il risultato del voto. La decisione spetterà dunque alla Commissione europea. (altro…)



Giovani e mobilità sostenibile, Europa lancia iniziativa per viaggiare in Ue

lunedì, 27 marzo, 2017

Almeno cinquemila giovani fra i 16 e i 19 anni riceveranno biglietti di viaggio gratuiti, per un valore compreso fra 350 e 530 euro, per viaggiare in Europa da soli o insieme alla classe, in modo sostenibile, e aumentare “consapevolezza e identità europea”: questo il nuovo progetto lanciato dalla Commissione europea col nome “Move2Learn, Learn2Move”. “Vogliamo offrire ai giovani europei l’occasione di scoprire l’Europa e vogliamo incoraggiarli a viaggiare in maniera rispettosa dell’ambiente: per questo motivo si terrà conto delle emissioni di CO2″,  ha detto Violeta Bulc, Commissaria per i Trasporti. (altro…)



Quale industria tessile dopo il Rana Plaza? La proposta della Ue per i lavoratori

lunedì, 27 marzo, 2017

Un sistema di dovuta diligenza che obblighi le imprese dell’ Ue, che delocalizzano la produzione all’estero, a far sì che le norme internazionali sui diritti umani e sociali vengano rispettate durante tutta la catena di produzione. È quello che chiede la Commissione per lo Sviluppo sostenibile del Parlamento europeo per evitare che tragedie come quella del crollo del Rana Plaza, un edificio commerciale di otto piani, a Dhaka in Bangladesh, non si ripetano. (altro…)



#Eu60: domani la March for Europe per chiedere all’Europa un vero cambiamento

venerdì, 24 marzo, 2017

Chiedere un’Europa più unita, più federale, meno burocratica e più capace di risolvere i problemi dei suoi cittadini. È questo il messaggio della “March for Europe” che si svolgerà domani a Roma, in occasione dell’anniversario per la firma dei trattati Ue nel 1957. (altro…)



#Eu60, Juncker: “Esiste una sola direzione, l’unità europea”

venerdì, 24 marzo, 2017

Domani è una giornata storica per l’Unione Europea perché ricorre il sessantesimo anniversario della firma dei trattati che ne hanno determinato la nascita.  È stato grazie al TCEE e al TCCEA che hanno istituito, rispettivamente la Comunità Economica Europea e la Comunità europea dell’energia atomica che è iniziato il percorso che ha portato alla costituzione dell’Ue, determinata poi dalla firma del Trattato di Maastricht nel 1992. (altro…)



Ecommerce, Europa: 24 mila consumatori hanno usato la piattaforma ODR

venerdì, 24 marzo, 2017

Le controversie collegate ad acquisti online si possono risolvere anche online. Se infatti ottenere un rimborso può diventare complicato, specialmente a livello transfrontaliero, da qualche tempo c’è uno strumento in più a livello europeo per arrivare a una soluzione: la piattaforma per la risoluzione delle controversie online (ODR) lanciata nel 2016 dalla Commissione europea. Finora sono arrivati 24 mila reclami da parte dei consumatori. (altro…)



Commissione Ue vara piano d’azione per servizi finanziari ai consumatori

giovedì, 23 marzo, 2017

All’orizzonte della Commissione europea c’è il mercato unico dei servizi finanziari. Qualcosa di ancora lontano, se è vero che quando i cittadini non si muovono nei confini del proprio Stato ma in ambito transfrontaliero per un conto corrente o un’assicurazione tutto diventa più complicato. (altro…)



#Eu60, oggi il Digital Day: tutte le strade del futuro portano al digitale

giovedì, 23 marzo, 2017

Il futuro dell’Europa è digitale – o almeno, così dovrebbe essere, considerati gli sviluppi della tecnologia e l’impatto di servizi e prodotti digitali sull’economia, sulla società e sulla vita quotidiana dei cittadini. I 60 anni dei Trattati di Roma che vengono celebrati in questi giorni hanno anche una parte “digitale”: il Digital Day che si svolge oggi nella Capitale per tutta la giornata. Tecnologie, prodotti e servizi digitali hanno cambiato la vita delle persone e il lavoro, ma gli ostacoli che esistono ancora limitano lo sviluppo di imprese, il ricorso agli strumenti digitali da parte dei governi e la stessa possibilità dei cittadini di accedere a beni e servizi. (altro…)



#Eu60, il Fondo sociale europeo compie gli anni

giovedì, 23 marzo, 2017

In occasione delle celebrazioni per il sessantesimo anniversario della firma dei trattati Ue, anche il Fondo sociale europeo “compie gli anni”. Parliamo di un’istituzione che fin dalla sua nascita, nel 1957, investe in tutta Europa per creare nuova occupazione, migliorare il livello di istruzione, favorire l’inclusione sociale e la modernizzazione degli enti pubblici. Tra i destinatari delle azioni del fondo figurano inattivi (36 %), occupati (33 %) e disoccupati (30 %). Le persone scarsamente qualificate sono il 40 %, i giovani sono il 30 % e le persone svantaggiate sono almeno il 21 %. Le donne partecipanti alle azioni del Fondo sono state 51,2 milioni. (altro…)



Europa: in arrivo nuove etichette energetiche per gli elettrodomestici

mercoledì, 22 marzo, 2017

Cambiano le etichette energetiche degli elettrodomestici. Dall’attuale etichettatura, che va da A+++ a G, si passerà a  un’etichetta più chiara e semplice da usare, con una scala che andrà da A a G.  I negoziatori del Parlamento europeo e del Consiglio hanno infatti trovato un accordo sulla revisione dell’etichettatura energetica degli elettrodomestici che permetterà di passare a etichette più chiare per i consumatori. “Questo renderà le etichette energetiche più comprensibile per i consumatori e li aiuterà a fare scelte di acquisto meglio informate”, afferma una nota della Commissione europea. (altro…)



#Eu60, anniversario trattati Ue: il 24 marzo il forum “Cambiamo rotta all’Europa”

martedì, 21 marzo, 2017

“Siamo convinti che l’Europa cambierà rotta solo se saranno le cittadine e i cittadini a girare il timone”. È il messaggio di Pier Virgilio Dastoli, Presidente del Consiglio italiano del Movimento europeo che, in occasione del sessantesimo anniversario dei trattati di Roma, ha presentato questa mattina nella sede italiana della Commissione Europea il Forum “Cambiamo rotta all’Europa”, dal nome della coalizione nata il 29 ottobre 2016.  L’evento si terrà il 24 marzo nell’aula magna della Sapienza e per l’occasione sono previsti 100 interventi di rappresentanti della società civile. (altro…)



#Eu60, l’appello: “Il mondo ha bisogno di un’Europa cosmopolita”

martedì, 21 marzo, 2017

“Il mondo ha bisogno di un’Europa cosmopolita”. Mentre l’Unione europea si appresta a celebrare i Trattati di Roma che sessant’anni fa istituirono la Comunità economica europea, e mentre le spinte centrifughe alla disgregazione si fanno sempre più incessanti, un appello sottoscritto da intellettuali e accademici europei chiede un’Europa cosmopolita e democratica. Un’Europa fondata sulla partecipazione dei cittadini, che davvero funzioni, pienamente legittimata dalle elezioni, che si avvii verso “un nuovo inizio”. Sono trecento intellettuali e accademici che chiedono una rifondazione dell’Unione europea. (altro…)