60 anni dei Tratti di Roma, PE: calendario ricco per un compleanno importante

60 anni fa, i Trattati di Roma individuavano nel carbone e nell’acciaio il collante per la costruzione della Comunità europea. Con essi si gettavano le basi per l’attuale Unione, ovvero la pace, la prosperità economica e il progresso sociale. In occasione di un anniversario così importante, da oggi, fino al 25 marzo Roma sarà il centro dell’Europa per quella che a tutti gli effetti sembra essere un’occasione di rilancio dell’europeismo e dei suoi ideali. per un appuntamento tanto importante, il programma degli appuntamenti non poteva non essere particolarmente ricco.Si parte martedì quando il Parlamento europeo organizzerà un evento chiamato “Citizens Parliament”, che vedrà riunite a Bruxelles persone provenienti da tutta l’Unione europea per discutere, in una sorta di plenaria dei cittadini, il futuro dell’Europa.

bandiera-europeaGiovedì 23 marzo, si svolgerà il Digital Day 2017. La giornata, organizzata dalla Commissione europea – Direzione generale delle Reti di comunicazione, dei contenuti e delle tecnologie (DG CONNECT) e dalla Rappresentanza in Italia – e il Governo italiano, sarà l’occasione per mettere sotto la lente d’ingrandimento le sfide future che l’Europa dovrà affrontare e il ruolo crescente del digitale nella vita quotidiana degli europei, la loro economia, la società. L’evento sarà incentrato su quattro diverse sessioni: l’Europa come protagonista nell’informatica di alto livello; digitalizzare l’industria europea; mobilità connessa e automatizzata; l’impatto della trasformazione digitale sull’occupazione e le competenze.

Venerdì 24 , a Norcia, in uno dei centri più colpiti dalle recenti scosse di terremoto, è prevista una riunione straordinaria della Conferenza dei presidenti del Parlamento europeo (con il presidente Tajani ed i leader dei gruppi politici) e del bureau del Pe (composto dal presidente Tajani, dai vicepresidenti e dai questori). Le massime cariche del Parlamento europeo incontreranno, in questa occasione, anche il Primo ministro Paolo Gentiloni.

Nel pomeriggio della stessa giornata, Tajani ed i presidenti di Commissione europea e Consiglio europeo, Jean-Claude Juncker e Donald Tusk, si recheranno in visita da Papa Francesco.

Sabato 25, il Presidente Tajani terrà un discorso alla celebrazione del 60° anniversario della firma dei Trattati e firmerà la Dichiarazione di Roma a nome del Parlamento europeo e prenderà parte a una conferenza stampa congiunta con i leader delle altre istituzioni dell’UE.

Sempre nella giornata di sabato i cittadini europei si riuniranno a Roma per partecipare alla Marcia per l’Europa 2017, per dimostrare il loro supporto al progetto europeo e chiedere un rilancio dell’unità politica europea. L’iniziativa, che vuole esprimere la volontà della società civile di “un’Europa migliore, più forte e più unita”, è stata promossa dall’Unione dei Federalisti Europei, i Giovani Federalisti Europei, il Gruppo Spinelli, il Movimento Europeo Internazionale, e Stand Up for Europe insieme a una vasta rete di organizzazioni da tutta Europa.

Il programma dei promotori è una chiamata alla mobilitazione di quanti non condividono certe tendenze in atto in tutta l’Unione europea. “Per chi crede in un’Europa forte, unita e democratica, è ora di far sentire la propria voce – affermano gli organizzatori – Contro il nazionalismo e il populismo. Per un’Europa unita, contro nuovi muri e divisioni. Per un’Europa unita che mantiene le sue promesse di pace, libertà, sicurezza e prosperità. Per un’Europa di solidarietà e responsabilità condivisa. Per un’Europa che protegga gli interessi e i valori europei nel mondo. Per un’Europa di democrazia che dà voce ai cittadini europei. Per un’Europa della speranza, contro un’Europa della paura. Per un piano di rilancio e completamento dell’unione politica europea”.

Comments are closed.