Air France: storia di un rimborso mai accreditato

“Buongiorno, mi chiamo G. C. e voglio raccontare quanto mi è capitato con la compagnia aerea Air France”. Inizia così una lettera ricevuta dalla nostra posta di redazione che ci racconta la disavventura di un passeggero, tra voli cancellati e disagi.

Il nostro lettore ci spiega che in data 14 maggio 2018, insieme alla moglie A. R., era di ritorno da Honolulu via Vancouver a Parigi (Charles De Gaulle) per poi proseguire su Milano Malpensa (sempre con Air France).

“Arrivati in perfetto orario al mattino a Parigi mi viene comunicato che il mio volo delle 9.25 (AF 1330) è stato cancellato e, pertanto, mi vedo costretto a prendere il volo AF 1730 delle 14.50”.

Secondo quanto indicato dalle hostess francesi, il Sig. G.C. viene invitato ad inviare una mail ad Air France (ufficio reclami) perché avrebbe diritto ad un indennizzo.

“Detto fatto. Il giorno seguente invio due mail, una a nome mio e una a nome di mia moglie”.

Effettivamente alla coppia viene riconosciuto un rimborso di 250 euro a biglietto.

A questo punto è il momento di incassare la somma del risarcimento e il Sig. G.C. invia per ben due volte le sue coordinate bancarie, più fotocopia del documento d’identità della moglie e in aggiunta la delega per avere tutto il rimborso sul proprio iban.

Dati non precisi, recita il messaggio di risposta da parte della compagnia e sul conto non si accredita un bel nulla.

Decido quindi di telefonare al call center di Air France dove mi risponde una gentile signorina dall’Albania. Alla mia richiesta di avere una copia dei bonifici e il numero di CRO mi viene risposto che non può darmi telefonicamente queste informazioni e che le pratiche sono state chiuse in data 28 giugno e 4 ottobre 2018”.

Il Sig. G.C. fa quindi un altro tentativo con raccomandata A/R a Europe Customer Centre di Air France Parigi che la riceve il 14/11/2018.

Pensate che finalmente abbia avuto risposta? Pia illusione. Magari Air France pensa di rimborsare i miei nipoti?”, commenta sarcasticamente il Sig. G.C. “Direi un’ottima politica aziendale (tra l’altro i voli intercontinentali con questa compagnia non li effettuo in economy)”.

“Risultato (sfogo social a parte), mi vedrò costretto a far valere le mie ragioni nelle sedi opportune per una questione di principio”.

lascia un commento