Al via censimento permanente Istat

E’ partito ieri, 8 ottobre, il censimento permanente Istat tramite il questionario online. Dal 13 ottobre, invece, inizieranno le interviste porta a porta rivolte a coloro che sono stati esplicitamente avvisati dell’arrivo di un rilevatore.

Parteciperanno, quindi, le famiglie contattate tramite lettera per la rilevazione online, che avviene utilizzando le credenziali di accesso riportate nella lettera informativa ricevuta dalle famiglie coinvolte. Nel campione del censimento permanente anche le famiglie avvisate con una lettera non nominativa e una locandina affissa negli androni, nei cortili dei palazzi, nella abitazioni per le interviste con un rilevatore.

Proprio su questa seconda modalità di censimento era intervenuto nei giorni scorsi il Garante Privacy chiedendo che, anche per le famiglie inserite nell’indagine “porta a porta”, vengano contemplate modalità alternative, assicurando le stesse garanzie previste per chi invece riceverà a casa la lettera dell’Istat, a cui potrà rispondere anche dal pc o al telefono. La presenza fisica del rilevatore potrebbe infatti comportare disagi per i cittadini o imbarazzi, soprattutto nelle piccole comunità.

Così l’Istat ha avviato la nuova stagione dei censimenti permanenti che vede la realizzazione di rilevazioni continue a cadenza annuale, biennale e triennale. A differenza dei censimenti del passato, i censimenti permanenti non coinvolgono tutti i cittadini, le imprese e le istituzioni, ma di volta in volta una parte di essi, ovvero dei campioni rappresentativi. Tuttavia, la pubblicazione dei dati ottenuti sarà di tipo censuario.

I censimenti permanenti riguarderanno le seguenti aree tematiche: popolazione e abitazioni, imprese, istituzioni non profit e istituzioni pubbliche. A partire dal 2021 anche il censimento dell’agricoltura diventerà permanente.

lascia un commento