Autoriparazioni a misura di consumatore, nasce Rete Opac

Sicurezza, servizio, qualità, trasparenza. Sono queste le parole d’ordine alla base del primo Ente bilaterale nell’Automotive costituito da Konsumer Italia e Gi Car Service. Obiettivo è far emergere le eccellenze nell’autoriparazione non dimenticando i diritti del consumatore.  “Siamo andati oltre le normali tutele della Legge, garanzie per 4 anni, non per 2; 31 controlli sulla sicurezza del veicolo alla riconsegna; ozonizzazione dell’abitacolo; autoriparatori verificati e classificati  attraverso audit eseguiti da aziende esterne specializzate e con procedure certificate;  controlli reali sulla soddisfazione dei clienti fatti direttamente da Konsumer Italia attraverso una sezione dedicata a queste verifiche. Questi solo alcuni dei punti che ci portano a richiedere l’accredito UE come Best Practice nel mondo dell’Automotive” ha commentato il presidente di Konsumer Italia, Fabrizio Premuti.Rete Opac rappresenta autoriparatori che garantiscono una copertura omogenea del territorio, fatturando complessivamente circa € 2 miliardi, una media aziendale di circa 800.000 euro. Ogni impresa di autoriparazione prima di poter aspirare ad essere inserita in via definitiva in Rete Opac, deve superare un audit su uno standard che prevede 135 controlli documentati.

Comments are closed.