Bancarotta Wind Jet, possibili rimborsi per i viaggiatori: Feder sarà parte civile

Si profila una nuova opportunità di risarcimento per i passeggeri di Wind Jet, per i danni subiti, nell’agosto del 2012, a seguito della bancarotta fraudolenta della compagnia aerea. L’occasione sarà il processo penale che si celebrerà ad ottobre a carico dell’ex Presidente della compagnia aerea Antonino Pulvirenti.La Federconsumatori, che con i propri legali ha seguito le varie fasi dell’udienza preliminare, si costituirà parte civile, per tutelare gli interessi dei viaggiatori che subirono, cinque anni fa, danni e disagi, rimanendo in balia di nessuno negli aeroporti di mezza Europa o senza ottenere il rimborso del costo dei biglietti aerei, acquistati in precedenza, senza che sia stata data loro la possibilità di utilizzarli. A suo tempo, la Federconsumatori affidò l’assistenza dei viaggiatori danneggiati di tutt’Italia alla Federconsumatori di Catania – Mascalucia, che, attraverso i propri legali Fortunato e Walter Creaco, si oppose alla proposta di concordato preventivo, perché avrebbe prodotto risultanti irrilevanti, come in effetti poi è stato.

Gli sfortunati viaggiatori, infatti, dovettero accontentarsi di un beffardo rimborso del 5% del costo del biglietto che s’impegnava personalmente a pagare il presidente Pulvirenti, in rate dilazionate in cinque anni. Una vera e propria elemosina che i viaggiatori hanno rifiutato: il costo medio di un biglietto della Wind Jet variava dai 70 ai 150 euro, il rimborso da beffa sarebbe andato da 3,50 euro (da pagare con bonifici da 70 centesimi l’anno) a 7,50 euro.

Ora, attraverso la costituzione di parte civile nel processo penale a carico dell’ex presidente Antonino Pulvirenti, i viaggiatori avranno una nuova opportunità per avere reale giustizia. “Invitiamo i viaggiatori interessati a costituirsi parte civile in vista della prima udienza del processo a carico di Pulvirenti, fissata per il prossimo 3 ottobre. La Federconsumatori è a disposizione dei viaggiatori beffati da Wind Jet e fornirà loro, attraverso i propri sportelli e attraverso lo sportello dedicato SOS Turista, l’assistenza necessaria per potersi costituire, singolarmente, parte civile”.

Comments are closed.