Bilancio CRTCU 2012: recuperati circa 700 mila euro

Il 2012 è stato un anno di successi per il Centro di Ricerca e Tutela dei Consumatori e degli Utenti di Bolzano, il CRTCU, che oggi ha presentato il bilancio dell’attività dell’anno passato. Grazie all’intervento dei suoi esperti, i consumatori trentini hanno potuto recuperare oltre il 75% di 914.735,62 €, che è il valore complessivo delle controversie gestite dal CRTCU nell’anno 2012. 2.903 i casi gestiti in consulenza con attività stragiudiziale e 3.312 le richieste di informazione.

In cima alla classifica dei settori nei quali si sono registrati maggiori ‘interventi’ ci sono Telefonia, commercio ed energia anche se il 2012 sarà ricordato per l’acuirsi delle tensioni tra creditori e debitori. Aumentano, infatti, le richieste di consulenza e assistenza sull’accesso al credito: si assiste ad una rigida applicazione di prassi bancarie e finanziarie nella concessione di credito spesse volte pretestuose e che danno vita sia a distorsioni delle logiche di istituti giuridici quali le garanzie del credito, che a veri e propri danni al consumatore (in aumento i casi di richieste di aiuto per gestire le informazioni presenti nelle banche dati creditizie, interruzione delle trattative per concessione di mutui, ecc.).

Ma nell’attività del CRTCU non c’è solo la risoluzione del contenzioso. Il centro ogni giorno si mette alla prova con conferenze, seminari e workshop che hanno come obiettivo quello di sensibilizzare i consumatori alla tutela del propri diritti. Allo stesso tempo, gli esperti del CRTCU sono impegnati costantemente nella rilevazione e nel confronto dei dati attraverso vari osservatori gestiti dall’associazione: dall’Osservatorio sui mutui a quello sui conti correnti passando per quello sull’RcAuto e tanti altri.

Comments are closed.