CEC, nel 2013 ‘soccorsi’ più di 3mila consumatori

Bilancio positivo per il Centro Europeo Consumatori di Bolzano: nel 2013, in 306 casi è intervenuto per aiutare un consumatore residente in un altro Paese dell’UE che ha avuto un problema con una ditta italiana (erano 295 nel 2012); in 209 casi i colleghi dei CEC degli altri Stati membri hanno cercato di risolvere il reclamo di un consumatore italiano (erano 164 nel 2011 e 181 nel 2012). Nei 515 casi gestiti, il CEC è riuscito a recuperare quasi 130.000 Euro. Come negli anni precedenti, le richieste di informazione hanno riguardato soprattutto il trasporto (31%). In questo settore le richieste in merito ai diritti dei passeggeri aerei hanno occupato maggiormente le consulenti del CEC (il 54% delle richieste relative ai trasporti). Gli altri argomenti per i quali i consumatori hanno richiesto informazioni erano il settore delle comunicazioni (11,21%) e servizi vari (12,38%) tra i quali rientrano assicurazioni e servizi finanziari. Questi dati vengono confermati dalle richieste di assistenza e dai casi trattati: il settore dei trasporti rimane quello a più alto numero di reclami sia per i consumatori italiani che per quelli degli altri Paesi dell’UE che hanno avanzato pretese contro ditte italiane.

Nel 2013 è stato completamente rinnovato il sito internet del CEC www.euroconsumatori.org. Durante il rifacimento del sito sono stati aggiornati tutta una serie di fogli informativi ed elaborate nuove lettere tipo, soprattutto per quanto riguarda i diritti dei passeggeri.

Comments are closed.