“Ci sono occasioni che non puoi sprecare”: conto alla rovescia per SpreK.O

Alimentazione,ambiente, salute: tutto può essere sprecato. Non è detto però che questa sia l’unica modalità di gestione dei beni comuni: si può sempre fare qualcosa, cambiare approccio, dare vita a buone pratiche di lotta allo spreco. Attività ed esperienze che vanno raccontate. Per questo ritorna la prossima settimana l’appuntamento nazionale SpreK.O, la festa per la lotta agli sprechi promossa da Cittadinanzattiva: saranno tre giorni, dal 5 al 7 giugno, di dibattito, laboratori, seminari, mostre e spettacoli per condividere idee, pratiche e progetti della lotta allo spreco.

Locandina-spreko-2015a festa sarà ospitata, dal 5 al 7 giugno, dalla città di Spoleto, nei bellissima Rocca Albornoziana, luogo simbolo del patrimonio artistico e culturale della Regione. L’approccio allo spreco seguito dall’associazione è trasversale: gli sprechi, di qualunque tipo essi siano, incidono parallelamente, e con effetti a catena, sulle risorse economiche, ambientali, sociali e umane, danneggiando i beni comuni e limitando il perimetro dei diritti, anche e soprattutto a discapito delle generazioni future. Si può cambiare, spiega l’associazione, a partire dall’azione dei singoli individui: “Convinti del potere che ognuno di noi ha di cambiare le cose, e consapevoli di alcune importanti azioni già intraprese in questo senso da istituzioni, imprese, singoli cittadini e organizzazioni di attivismo civico, quest’anno particolare attenzione sarà dedicata alle buone pratiche di lotta allo spreco, esperienze che riteniamo siano da valorizzare attraverso il racconto, la messa in rete, la fiducia nella loro riproducibilità e nel loro impatto”.

Durante le festa ci saranno tre tavole rotonde tematiche. Una sullo spreco ambientale: venerdì 5 giugno, dalle ore 16.30 alle ore 18.30 si svolgerà la tavola rotonda “Disponibile! L’attivismo civico per la riqualificazione dei territori”, che intende fare il punto sui risultati sinora prodotti dall’art.24  della L. 64/2014  “Sblocca Italia”, che, grazie a un emendamento presentato da Cittadinanzattiva, estende la possibilità per i cittadini, singoli e associati, di proporre all’ente comunale di appartenenza progetti volti non solo alla realizzazione di attività, quali pulizia, abbellimento e manutenzione di limitate aree del territorio, ma soprattutto al recupero e riuso di beni immobili e aree inutilizzati, che potrebbero essere valorizzati e riconvertiti grazie al contributo e alla cura dei cittadini, a beneficio della intera collettività. Sabato 6 giugno, dalle 10.00 alle 13.00, ci sarà invece il focus sullo spreco sanitario con la tavola rotonda “La mia salute è un bene di tutti: accesso alle cure e aderenza terapeutica”, che approfondirà il tema dell’aderenza del paziente alle terapie farmacologiche. Sempre sabato, dalle 15.00 alle 18.00, si svolgerà, infine, la tavola rotonda in tema di spreco alimentare, “Italia, sveglia! Diritto al cibo e ristorazione a scuola”: sarà anche l’occasione per presentare il gruppo Italia, sveglia! costituito da Cittadinanzattiva, Slow Food e Action Aid Italia e sarà focalizzato su uno degli ambiti di comune attività del network, ovvero la ristorazione pubblica, soprattutto in relazione alle mense scolastiche.

Alla festa ci saranno poi laboratori ed esposizioni per bambini e adulti. E alcuni eventi di richiamo: lo show cooking di Giorgione (sabato 6 ore 17 e domenica 7 ore 11), il concerto di Sarah Stride (venerdì 5, ore 22:30), lo spettacolo teatrale “Rifiuti solidi, rifiuti urbani” della Compagnia Stabile Assai della Casa di Reclusione di Rebibbia-Roma (sabato 6, ore 19), la cena anti-spreco di autofinanziamento (sabato 6, ore 21), l’installazione in legno “La mia scuola è” (dal 5 al 7 in Piazza Garibaldi), edizione SpreKo di Spoleto Cammina (venerdì 5 ore 20:30). Nella giornata del 7, infine, sarà presentata la campagna “Vitalizio: nuoce gravemente a…”.

Comments are closed.