CSR, presentato Piano d’Azione: necessaria per crescita competitiva

Oggi è stato presentato a Roma il Piano d’azione nazionale sulla Responsabilità Sociale d’Impresa 2012-2014. Elaborato da Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e Ministero dello Sviluppo Economico e sottoposto a una consultazione pubblica aperta ai contributi dei cittadini, raccoglie prassi e linee di sviluppo per favorire l’integrazione delle nostre imprese con le associazioni. L’obiettivo del Piano è contribuire a creare una crescita economica sostenibile e competitiva, un comportamento responsabile delle aziende e la creazione di occupazione. Il tutto nel quadro più ampio della ricerca di un modello alternativo di sviluppo del Paese e di uscita dalla crisi economica.

Due le principali linee di sviluppo evidenziate: la prima è volta ad incoraggiare le imprese a sostenere economicamente le iniziative del volontariato e creare partnership per avviare progetti sperimentali sul territorio; la seconda è concentrata sullo sviluppo del volontariato d’impresa, ovvero sull’incentivazione dei dipendenti delle aziende ad impegnarsi in prima linea nelle attività delle associazioni.

Per incentivare la Responsabilità Sociale d’Impresa, il Piano prevede una serie di agevolazioni per le aziende virtuose, tra cui sgravi fiscali e premi nelle gare per gli appalti pubblici.

“La responsabilità sociale d’impresa riguarda la vita di tutti i cittadini, per questo le istituzioni coinvolte in questo progetto si sono assunte l’impegno di lavorare per riservare una serie di incentivi pubblici a quelle aziende virtuose che rispettano l’ambiente, che permettano la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, che assumano disabili e che investano sull’anticorruzione” ha commentato Danilo Giovanni Festa, Direttore Generale per il Terzo settore del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.

Comments are closed.