Scuola, parte campagna “Assente ingiustificato” contro barriere per studenti disabili

Quanti studenti con disabilità, purtroppo, vedono leso quotidianamente il loro diritto allo studio? In Italia sono circa 200.000: sono impossibilitati a frequentare regolarmente la scuola a causa della riduzione dei servizi (trasporto, orari insegnanti di sostegno, assenza del personale ausiliario, ecc.), sono spesso parcheggiati nelle aule, soli e circondati dall’indifferenza di adulti e coetanei. E la loro condizione si aggrava ulteriormente se le scuole (e ce ne sono tante) sono sovraffollate, insicure, insalubri, poco attrezzate. Per difendere i diritti di questi studenti è nata la campagna  “Assente Ingiustificato”, promossa dall’ Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare (UILDM) insieme a Cittadinanzattiva.

La campagna riguarda l’accesso e la qualità di vita degli studenti con disabilità nelle scuole, a partire dalla rilevazione e dall’abbattimento delle barriere architettoniche, all’interno di un rilevante numero di edifici scolastici di tutta Italia. Mettendo in pratica l’articolo 118 u.c. della Costituzione Italiana, la campagna permetterà di focalizzare l’attenzione di  stakeholder e istituzioni sulle lacune del sistema scolastico, al fine di realizzare obiettivi politici e sociali fondamentali legati al diritto allo studio, all’accessibilità, ecc.

Tra il 18 ed il 31 marzo 2013 è possibile fare donazioni con l’invio di SMS solidale o chiamando il numero 45508. Protagoniste della manifestazione saranno le Farfalle della Solidarietà, i peluche ripieni di ovetti di cioccolato che verranno distribuiti, assieme a materiale informativo sull’Associazione e sulle malattie neuromuscolari, da migliaia di volontari presso i banchetti presenti in tante città italiane, a fronte di un contributo minimo di 5 euro.

Nell’ambito della campagna è prevista la realizzazione di un monitoraggio  di un campione di edifici scolastici, pari all’1% (434 scuole) del totale, di tutte le Regioni, ad opera di coppie “miste” di monitori (uno di Cittadinanzattiva e uno di UILDM). Il monitoraggio oltre ad avere l’obiettivo di rilevare gli aspetti legati alla sicurezza strutturale, alla manutenzione, all’igiene degli edifici scolastici, avrà anche l’obiettivo di rilevare gli aspetti più legati alla vita degli studenti con disabilità: le condizioni esterne all’edificio scolastico; la presenza di barriere architettoniche all’interno, di attrezzature motorie e arredi scolastici adeguati, di strumenti tecnologici specifici; le modalità di somministrazione dei farmaci, le caratteristiche dei bagni per disabili, ecc. Una volta individuati i casi, si procederà ad interventi effettivi di abbattimento di barriere o di altre modifiche strutturali o di donazione diretta alle scuole di attrezzature e ausili informatici, di software e sussidi specifici per l’apprendimento, di arredi adatti (es. banchi ergonomici o sedie speciali con braccioli).

Comments are closed.