Disponibile! Cittadinanzattiva rilancia art. 24 dello Sblocca Italia

Rilanciare l’attivismo civico per riqualificare il territorio e dare un’attuazione autentica dell’art. 24 dello Sblocca Italia relativo alle “Misure di agevolazione della partecipazione delle comunità locali in materia di tutela e valorizzazione del territorio”. Sono alcune delle proposte da costruire con Anci e Regione Umbria, che sono emerse dal convegno “Disponibile! L’attivismo civico per la riqualificazione dei territori”, organizzato oggi a Perugia da Cittadinanzattiva.

Obiettivo del convegno: fornire l’interpretazione più autentica dell’art. 24 della legge 164/2014, così come riformulato grazie all’emendamento di Cittadinanzattiva, ed individuarne i principali strumenti di attuazione.

“Con questo articolo vogliamo ribadire il ruolo centrale del cittadino nel governo del territorio, richiamandoci ai principi dell’interesse generale e della promozione della iniziativa civica ispirati dall’art.118 u.c. della Costituzione e ribaditi nel nuovo art.24. Alle istituzioni, ancora troppo spesso spaventate dalle iniziative civiche, chiediamo di favorirle e promuoverle come affermato dal principio di sussidiarietà”, afferma Antonio Gaudioso, segretario generale di Cittadinanzattiva.

“Lavoreremo per una delibera con Anci e Regione per dare gambe all’articolo 24. A tal fine proponiamo la implementazione di laboratori territoriali in alcuni Comuni umbri per favorire in maniera diffusa il riuso degli edifici abbandonati e valorizzare aree circoscritte di territorio urbano ed extraurbano. Promuoveremo, inoltre, un censimento dei beni pubblici inutilizzati e un registro delle iniziative civiche già attive” ha spiegato Anna Rita Cosso, segretaria regionale di Cittadinanzattiva Umbria.

Sono questi alcuni dei temi che riprenderemo nella prossima edizione di SpreKO, la festa sul tema degli sprechi promossa da Cittadinanzattiva ed in programma a Spoleto i prossimi 5-7 giugno.

Comments are closed.