Donatori di sangue, Federconsumatori: punirli è perverso

“Va immediatamente riconosciuto l’errore e corretta questa grave ingiustizia i cui effetti,  inaccettabili  a livello individuale e sociale,  risulterebbero di nessuna utilità per il sistema pensionistico e per i conti pubblici del nostro Paese”. Così Federconsumatori commenta gli effetti della riforma Fornero secondo cui i lavoratori/donatori dovranno recuperare i giorni di regolare permesso goduti per effettuare i prelievi (si calcolano fino a 7-9 mesi per un’intera vita lavorativa con donazioni regolari), oppure dovranno rinunciare a circa il 2% della pensione.  “Punire chi manifesta solidarietà  e senso civico con la donazione del sangue appare non solo iniquo ma perverso!” conclude l’Associazione.

Un commento a “Donatori di sangue, Federconsumatori: punirli è perverso”

  1. maria ha detto:

    Perchè recuperare la legge 104 è giusto? o piuttosto la maternità o i permessi per lutto ( genitori o prossimi) piuttosto che le assenze sindacali? nessuno più sciopererà o andrà in assemblea. Personalmente mi pare incostituzionale la legge della Signora Fornero, se avessi i soldi farei causa. Nel mio caso devo recuperare 5 mesi + 1 perchè passa l’anno oppure essere penalizzata del 4% su uno stipendio di 1.100 € dopo ben 41 anni e 6 mesi di contributi, tenendo presente che ho iniziato alavorare a 16 anni.