Eurobarometro, italiani più pessimisti degli europei

Mentre in Europa si comincia a diffondere un cauto ottimismo con il 51% dei cittadini che dice di aver fiducia nel futuro, in Italia persiste un sentimento di pessimismo: gli ottimisti sono il 40% secondo l’ultimo Eurobarometro Standard, sondaggio condotto a livello europeo sulle opinioni dei cittadini, presentato oggi a Roma.

Il rapporto sull’Italia evidenzia come la maggioranza assoluta (53%) dice di non sentirsi cittadino Ue (contro il 45%); cala inoltre la fiducia nelle istituzioni Ue; e il sostegno all’euro resta stabile.

“L’Italia oggi ha bisogno di riforme e di un cambiamento forte per ridurre la pressione fiscale sulle imprese e un progetto serio da presentare a Bruxelles per un’interpretazione elastica del Patto di stabilità. Chiunque governerà nei prossimi mesi faccia in modo che questo progetto diventi realtà, altrimenti i timidi segnali di ripresa non potranno essere colti”. Così il vice presidente della Commissione Ue Antonio Tajani commenta la situazione politica, sottolineando la necessità di “un salto di qualità nell’azione del Governo”. Un altro passo che dovrà fare il nuovo Esecutivo, secondo Tajani, è “il pagamento dei debiti pregressi e mettersi in regola con la normativa comunitaria”. A proposito della procedura di infrazione Ue sui ritardi dei pagamenti della P.A. nei confronti delle imprese, Tajani a margine della presentazione del Rapporto sull’Italia dell’Eurobarometro, ha ricordato che “ci sono 5 settimane di tempo e so che ci sono delle riunioni in corso”.

Comments are closed.