GDPR: concluso il progetto dedicato al serious game sulla tutela della privacy

Diffondere la conoscenza tra i consumatori delle novità in tema di protezione, trattamento e libera circolazione dei dati personali delle persone fisiche, alla luce dell’entrata in vigore della GDPR, la nuova normativa che regolamenta a livello europeo il settore della tutela della Privacy e dei dati personali. Era questo il principale obiettivo che intendeva raggiungere il progetto ideato per la diffusione del sito-game www.privacygame.org.

Lanciato a fine dicembre 2018, il progetto è stato portato avanti dall’associazione di consumatori francese UFC-Que Choisir e pubblicizzato in Italia da CIE – Consumatori Italiani per l’Europa – associazione membro di Beuc e composta da Aeci, Casa del Consumatore e Codici.

Il tema della Privacy, si sa, non è sempre di facile e immediata comprensione, ogni volta che si effettua una nuova registrazione su un sito, una piattaforma digitale, si scarica un’app o si accede ad un social network, si riceve la famosa informativa Privacy a cui occorre rispondere scegliendo se dare oppure no il nostro consenso ad una serie di richieste, e molto spesso scorriamo velocemente l’infinito testo, senza nemmeno leggere o capire dove e come vengono utilizzati, archiviati e diffusi i dati e le informazioni che ci riguardano.

Come aiutare quindi i consumatori a comprendere meglio che cosa si intende per dati personali e Privacy e quali sono gli strumenti e le azioni che è possibile mettere in atto per opporsi agli utilizzi non autorizzati o non più desiderati? In un modo semplice e facile come può essere un gioco.

In questi mesi gli utenti hanno avuto la possibilità di accedere e giocare gratuitamente al sito www.privacygame.org e aiutare i due giovani protagonisti della storia nella loro avventura. Superando quindi una serie di ostacoli, gli utenti hanno potuto mettere alla prova le proprie conoscenze in fatto di tutela della Privacy e capire meglio come gestire la propria identità digitale e mantenere il pieno controllo dei propri dati personali.

CIE ha diffuso e pubblicizzato il serious game mediante il lancio di comunicati stampa, l’invio di newsletter, la condivisione di post e pillole informative sul progetto e sui contenuti della GDPR tramite i social network più diffusi (Facebook e Twitter), creato video informativi, scritto articoli sul proprio sito internet e sui siti nazionali delle associazioni aderenti (www.euroconsumatori.eu, www.casadelconsumatore.it e www.codici.org) e sul Blog del Consumatore, all’interno del TgCom24.

In questi mesi, CIE ha raggiunto la più ampia e variegata platea di consumatori, mirando soprattutto al target di utenti che più utilizzano internet e i social media (dai 20 ai 45 anni di età), con lo scopo di:

  • aumentare la consapevolezza sulla gestione dei propri dati personali;
  • fornire consigli e strumenti utili per gestire al meglio la propria identità digitale;
  • consentire ai consumatori di essere pienamente informati quelli che sono i loro propri diritti
  • fornire informazioni e strumenti al fine di mantenere il pieno controllo dei propri dati personali.

Comments are closed.