Immigrazione, Parlamento UE: Lampedusa deve essere svolta per l’Europa

Il Parlamento Europeo interviene sulle politiche dell’immigrazione e chiede che la tragedia di Lampedusa, dove il 12 ottobre scorso sono annegati migliaia di migranti, segni una svolta per l’Europa: i Paesi devono fare di più per assistere i migranti  in difficoltà in mare, cambiando le norme contro i soccorritori.Implicito il riferimento all’Italia e alle due leggi.

“Tragedie come quella di Lampedusa possono essere evitate solo con sforzi coordinati a livello UE, ispirati dalla solidarietà e dalla responsabilità”, ha dichiarato oggi l’Aula del Parlamento UE in Plenaria a Strasburgo. I deputati hanno precisato che gli Stati membri hanno il dovere legale di assistere i migranti in difficoltà in mare. L’Aula ha sottolineato che l’ingresso legale nell’UE è preferibile a quello più pericoloso da clandestino.

Per il Parlamento, l’UE e i suoi Stati membri devono attivarsi maggiormente per evitare ulteriori perdite di vite umane in mare: bisogna rispettare gli obblighi internazionali di soccorso in mare, per salvare la vita a persone in pericolo.

Nel documento adottato dall’Aula si ricorda che “Lampedusa deve rappresentare un punto di svolta per l’Europa” e “l’unico modo per evitare un’altra tragedia è di adottare un approccio coordinato, basato sulla solidarietà e sulla responsabilità, coadiuvato da strumenti comuni”. I deputati, inoltre, sottolineano che la ricollocazione dei richiedenti asilo “è una delle forme più concrete di solidarietà e di condivisione delle responsabilità”.

Il Parlamento, inoltre, esorta i paesi terzi a rispettare il diritto internazionale per salvare vite in mare. Gli accordi per gestire la migrazione tra l’UE e i paesi di transito dovrebbero rappresentare “una priorità per l’Unione europea nel prossimo futuro” come pure l’assistenza ai paesi d’origine dei migranti. I deputati invitano l’UE a continuare a offrire assistenza umanitaria, finanziaria e politica nelle aree di crisi del Nordafrica e del Medio Oriente, per affrontare la migrazione e la pressione umanitaria alla radice.

I deputati chiedono assistenza umanitaria per i sopravvissuti ed esortano l’UE e gli Stati membri a modificare o rivedere le normative per garantire che le persone non possano essere punite per aver prestato assistenza a migranti in difficoltà in mare.

Il Parlamento appoggia le proposte della Commissione europea per un’operazione di ricerca e salvataggio che copra da Cipro alla Spagna e la sua intenzione di istituire una task-force sui flussi migratori nel Mediterraneo come “un primo passo verso un approccio più ambizioso”. I deputati chiedono inoltre al Consiglio e alla Commissione di considerare la creazione di un corpo di guardia costiera europeo.

I deputati hanno rilevato che “l’ingresso legale nell’UE è preferibile a un ingresso irregolare più pericoloso, che potrebbe comportare rischi di traffico di esseri umani e perdita di vite umane”. Invitano, inoltre, l’UE e i suoi Stati membri a esaminare gli strumenti disponibili nel quadro della politica dell’UE in materia di visti e della sua legislazione sulla migrazione dei lavoratori.

I deputati chiedono forti sanzioni penali contro chi facilita il traffico di esseri umani in tutto il territorio UE, un migliore coordinamento dei mezzi e delle risorse dell’Unione europea – compresi quelli a disposizione dell’agenzia per la gestione delle frontiere Frontex (come ad esempio il sistema di sorveglianza delle frontiere Eurosur) e di Europol – per intensificare, insieme con i paesi terzi, la lotta contro le reti criminali dei trafficanti di esseri umani e i contrabbandieri.

Il Parlamento chiede infine più fondi per l’Ufficio europeo di sostegno per l’asilo e per Frontex, necessari per aiutare gli Stati membri a far fronte alle emergenze umanitarie e per organizzare operazioni di soccorso in mare.

Un commento a “Immigrazione, Parlamento UE: Lampedusa deve essere svolta per l’Europa”

  1. NINO ha detto:

    Dubito molto che l’Europa accoglierà le richieste dell’Italia perché non ha alcuna stima di un’Italia che si comporta da GOVERNO SENZA CERVELLO ci stanno guardando per i grandi pasticci con cui si comportano quelli delle larghe intese E PER TUTTI I PROVVEDIMENTI CHE STANNO METTENDO IN ATTO in sostanza briciole per tutti e una seria patrimoniale sulle rendite finaziarie MAI come potranno mai accettare le proposte di un LETTA qualsiasi? Troppo impegnati a salvare un solo uomo con provvedimenti che il Presidente della Repubblica dovrebbe vergognarsi di nascondere dietro l’urgenza di svuotare le carceri,nessuno gli ha detto di quante strutture carcerarie sono state costruite negli ultimi 20 anni(con i soldi dei contribuenti) e che non sono mai stati utilizzati? Perché li hanno costruiti? Dovevano dare gli appalti a qualcuno per dividersi una torta? Queste sono risposte serie che i cittadini si attendono altro che GRAZIA o condoni …improvvisamente e chissà perché è nata un’urgenza a cui non avevano mai pensato adesso serve a salvare una sola persona perciò è nata questa urgenza Presidente perché non prova a lasciare un buon ricordo di Lei quando finalmente scadrà il Suo mandato?