Fondazione Leone Moressa: nel 2018 aumentano rimesse degli immigrati

Tornano ad aumentare le rimesse dei migranti, quei soldi inviati verso il paese d’origine da chi è residente in Italia. Dopo il crollo del 2013 e alcuni anni di stabilità, nel 2018 il volume di rimesse registra un aumento deciso (più 20,7%) e raggiunge i 6,2 miliardi di euro (0,35% del Pil). A dirlo è uno studio della Fondazione Leone Moressa su dati della Banca d’Italia.

L’aumento fa seguito a una serie di anni nei quali l’andamento delle rimesse era sceso sotto i 6 miliardi annui, dopo la punta più alta del 2011 (7,88 miliardi di euro) e il calo del 2013, con anni nei quali questa cifra è rimasta sempre sotto i 6 miliardi di euro e la punta più bassa di 5,14 miliardi del 2017. Lo scorso anno si è invece toccato quota 6,2 miliardi di euro con un “aumento improvviso”, come dice la Fondazione, di oltre il 20%.

“Per la prima volta, nel 2018 il Bangladesh è il primo paese di destinazione delle rimesse, con oltre 730 milioni di euro complessivi (11,8% delle rimesse totali) – evidenzia la Fondazione in una nota – Il Bangladesh nell’ultimo anno ha registrato un +35,7%, mentre negli ultimi sei anni ha più che triplicato il volume. Il secondo paese di destinazione è la Romania, con un andamento stabile: +0,3% nell’ultimo anno e -14,3% negli ultimi sei. Da notare come tra i primi sei paesi ben quattro siano asiatici: oltre al Bangladesh, anche Filippine, Pakistan e India. Proprio i paesi dell’Asia meridionale sono quelli che negli ultimi anni hanno registrato il maggiore incremento di rimesse inviate. Il Pakistan ha registrato un aumento del +73,9% nell’ultimo anno. Anche India e Sri Lanka sono in forte espansione. Praticamente scomparsa la Cina, che fino a pochi anni fa rappresentava il primo paese di destinazione”.

In media le rimesse ammontano a un centinaio di euro a persona al mese. “Rapportando il volume delle rimesse con il numero di residenti in Italia, si ottiene il valore pro-capite – spiega la Fondazione –. Mediamente, ciascun immigrato in Italia ha inviato in patria poco più di 1.200 euro nel corso del 2018 (circa 100 euro al mese)”. A livello locale, le regioni con il maggior volume di rimesse inviate sono Lombardia (1,46 miliardi) e Lazio (953 milioni) che registrano un aumento nell’ultimo anno (rispettivamente +22,4% e +22,2%). A livello provinciale, i volumi più significativi sono quelli di Roma (825,26 milioni) e Milano (741,86 milioni), che insieme concentrano oltre il 25% del volume complessivo delle rimesse.

Comments are closed.