Istat: disoccupazione, record fra i giovani

Aumenta la disoccupazione fra i giovani. A giugno il tasso di disoccupazione si attesta al 12,1%, in calo di 0,1 punti percentuali rispetto al mese precedente e in aumento di 1,2 punti nei dodici mesi. Ma è fra i giovani che si registrano dati sempre più sconfortanti: fra i 15-24enni le persone in cerca di lavoro sono 642 mila e rappresentano il 10,7% della popolazione in questa fascia d’età. Il tasso di disoccupazione dei 15-24enni, ovvero l’incidenza dei disoccupati sul totale di quelli occupati o in cerca, è pari al 39,1%, in aumento di 0,8 punti percentuali rispetto al mese precedente e di 4,6 punti nel confronto tendenziale. Sono i dati resi noti oggi dall’Istat.

Ancora una volta l’Istat conferma la gravità di una situazione che molte famiglie, purtroppo, toccano con mano ogni giorno – commentano Federconsumatori e Adusbef – Mentre il tasso della disoccupazione generale scavalca per la terza volta consecutiva la soglia del 12%, quello della disoccupazione giovanile arriva addirittura oltre il 39%. A fronte di questi dati, è evidente che occorre mettere in campo interventi immediati per risolvere uno dei problemi che pesano maggiormente sull’attuale, drammatica condizione economica del Paese”.

Le due associazioni ricordano come la situazione delle famiglie sia difficile, con una contrazione dei consumi nel biennio 2012-2013 pari al 7,3% secondo l’Osservatorio Nazionale Federconsumatori e una riduzione complessiva della spesa di 52 miliardi di euro. “La ripresa passa proprio attraverso il rilancio dell’occupazione, quindi occorre realizzare grandi investimenti per creare nuovi posti di lavoro”, dichiarano Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti. Fra gli interventi per la ripresa sollecitati dalle due associazioni ci sono la lotta a sprechi e privilegi, la lotta all’evasione fiscale e la vendita di parte delle riserve auree.

Comments are closed.