Pitruzzella (Antitrust) al Senato: “Attenzione massima su tlc, farmaci ed energia”

Attenzione massima su telecomunicazioni, energia e farmaci; “sono settori su cui riteniamo di dover procedere”. Lo ha detto il presidente dell’Antitrust, Giovanni Pitruzzella, alla fine della sua audizione di oggi in Commissione Industria al Senato.

Pitruzzella ha sottolineato poi la necessità di “rinvigorire la funzione di controllo sulla effettiva produzione” da parte del Parlamento di atti normativi di secondo livello (i regolamenti) la mancanza dei quali di fatto impedisce l’applicazione delle leggi. “Credo che il monitoraggio di questa attività del Parlamento sia fondamentale – ha detto il Presidente dell’Antitrust citando l’esempio del decreto Cresci Italia “gran parte del quale non è stato applicato” proprio per la mancanza di regolamenti attuativi. Il “rinvigorimento dell’ attività di controllo”, che prevede un rafforzamento del rapporto Parlamento-Authority, dovrebbe essere attuato nel quadro delle nuove riforme, ha concluso Pitruzzella. Il presidente dell’Antitrust fa anche parte del gruppo di esperti della Commissione sulle riforme costituzionali che si insedierà domani.

Pitruzzella ha parlato anche dello scorporo della rete Telecom come “un espediente per evitare il momento regolatorio”: “su questo il Parlamento deve intervenire. “Non basta dire scorporo – ha spiegato Pitruzzella – bisogna che questo processo assicuri uguaglianza di accesso e di input alla rete”.

Comments are closed.