Controllo della Rete, Alleanza per Internet chiede risposte

Quanto è estesa la rete di sorveglianza sui dati personali messa in atto dalle autorità statunitensi? Le voci si rincorrono e secondo Franco Pizzetti, presidente di Alleanza per Internet, “Se tutto confermato, si tratta della più vasta rete di sorveglianza a scala mondiale mai immaginata”.

Alleanza per Internet ha dunque chiesto oggi al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, ai Presidenti di Senato e Camera Pietro Grasso e Laura Boldrini, al Presidente del Consiglio dei Ministri Enrico Letta e ai Presidenti dell’Autorità Garante per la Protezione dei Dati Personali Antonello Soro e dell’Autorità Garante per le Comunicazioni Angelo Marcello Cardani di voler fare quanto in loro potere per accertare cosa sia effettivamente accaduto nell’ambito del programma  PRISM, messo a punto e utilizzato dalle Autorità americane per acquisire informazioni e dati di un numero imprecisato di cittadini, istituzioni, operatori economici e finanziari di tutto il mondo.

“Si tratta di una vicenda che, se saranno confermate le notizie circolate sui media di tutto il mondo e solo debolmente smentite o precisate da alcuni OTT – ha dichiarato Franco Pizzetti, – si configura come la creazione della più vasta rete di sorveglianza a scala mondiale mai immaginata, e soprattutto come una violazione gigantesca dei diritti dei cittadini, sia americani che europei e di tutti i Paesi del Mondo. Di fronte alla lentezza con la quale le Istituzioni italiane e europee stanno reagendo – ha sottolineato Pizzetti –  Alleanza per Internet ha ritenuto suo dovere prendere l’iniziativa di sollecitare il loro intervento”. Una iniziativa simile sarà indirizzata alle Autorità dell’Unione europea. Secondo l’associazione,  “è ormai evidente la assoluta necessità di una regolazione mondiale condivisa dell’uso della rete e dei limiti del controllo accettabile su di essa”.

Un commento a “Controllo della Rete, Alleanza per Internet chiede risposte”

  1. sergio ha detto:

    Ohibò! Pare che più nessuno nomini Echelon. Davvero qualcuno crede che non siano state intercettate mail e conversazioni non soltanto attinenti al terrorismo?