Lotta all’evasione, Asso-Consum: perseverare ma con attenzione alla privacy

“E’ necessario trovare un equilibrio tra le esigenze della lotta all’evasione fiscale e la protezione dei dati dei contribuenti”. E’ quanto ha affermato Daniela Perrotta, Presidente di Asso-Consum, condividendo le osservazioni del Presidente del Garante Privacy di ieri. Pizzetti ha evidenziato che neanche una situazione come quella italiana, in cui la diffusione dell’evasione fiscale è particolarmente ampia, può giustificare prolungati “strappi allo Stato di diritto” e che se la possibilità di accedere ai dati personali dei cittadini in questo contesto dovesse perdurare, si delineerebbe un quadro preoccupante, con una possibile degenerazione del controllo sociale. Asso-Consum ritiene che tali osservazioni non siano prive di fondamento, tuttavia non si può – come d’altra parte ha precisato anche il Garante – non considerare l’eccezionalità del momento: il tasso di evasione è tale da pesare in misura rilevante sui cittadini onesti, portando la pressione fiscale a sfiorare il 45% del Pil.

Secondo l’Associazione è necessario “instaurare un sistema di controllo efficace che però  non metta a rischio il diritto alla privacy dei cittadini. Da tempo ripetiamo che la lotta all’evasione è uno degli strumenti principali per recuperare risorse da destinare agli investimenti per lo sviluppo e per la ripresa dell’economia che, in un momento di crisi come quello che stiamo vivendo, non possono più essere rimandati. Occorre pertanto proseguire su questa strada, anche se con una maggiore attenzione alla protezione dei dati personali”.

Comments are closed.