Registro delle opposizioni, CRTCU: bene le iscrizioni da parte dei trentini

Un materasso in lattice, il cambio del gestore della fornitura elettrica, un set di pentole. La lista delle cose che si possono acquistare (sbagliando) attraverso un ‘semplice’ sì detto più per estenuazione che per consenso è lunga. Eppure per porre freno all’aggressività delle società di telemarketing uno strumento c’è, da quasi due anni. E’ il registro delle opposizioni mai decollato effettivamente sarà – forse – per il sistema di opt out concepito per fare un piacere alle aziende più che ai consumatori: infatti, se prima era necessario che un utente esprimesse esplicitamente il proprio consenso per ricevere chiamate di tele-marketing da parte degli operatori  (secondo il cosiddetto regime di opt-in), ora gli operatori potranno telefonare senza bisogno di autorizzazioni esplicite a tutti gli utenti non iscritti al registro pubblico delle opposizioni.Una soluzione che non ha creato problemi ai trentini che, come segnala il CRTCU, sono particolarmente attivi con questo nuovo strumento: delle 225.316 utenze presenti in provincia, 12.162 risultano infatti ad oggi incluse in detto registro.

L’Associazione approfitta per fare il punto sulle modalità di iscrizione al Registro. L’iscrizione può avvenire mediante:

– modulo elettronico sul sito web www.registrodelleopposizioni.it

– posta elettronica all’indirizzo abbonati.rpo@fub.it secondo le modalità indicate sul sito

– telefonata al numero verde 800.265.265

– lettera raccomandata all’indirizzo: “GESTORE DEL REGISTRO PUBBLICO DELLE OPPOSIZIONI-ABBONATI” UFFICIO ROMA NOMENTANO CASELLA POSTALE 7211, 00162 ROMA RM allegando un documento di identità

– fax al numero 06.54224822 allegando un documento di identità

E se le chiamate continuano ad arrivare?

Ai consumatori, già iscritti nel Registro delle Opposizioni, che dovessero essere contattati da aziende di telemarketing, consigliamo di pretendere subito dall’operatore il rispetto dell’iscrizione e l’interruzione di ogni conversazione. Se ciò non dovesse avvenire, allora si potrà procedere con la segnalazione dell’abuso al Garante della Privacy. Questi valuterà la segnalazione e potrà anche sanzionare gli eventuali comportamenti abusivi con sanzioni amministrative che vanno da 10.000 a 120.000 euro.

Un commento a “Registro delle opposizioni, CRTCU: bene le iscrizioni da parte dei trentini”

  1. dieta ha detto:

    Qual è la novità? L’istituzione di un Registro Pubblico delle Opposizioni, a cui potranno iscriversi tutti gli abbonati che non vogliono più avere contatti di telemarketing. Il registro dovrebbe essere attivo tra circa tre mesi (quindi a metà ottobre) e garantire una riduzione delle telefonate svolte a fini commerciali.