Professioni non regolamentate, via libera in Commissione

Ieri la della commissione Industria, Commercio e Turismo di Palazzo Madama ha dato il via libera all’aula al ddl sulle professioni non regolamentate.  “Il primo passo verso l’approvazione definitiva di una normativa fondamentale per tanti professionisti in Italia è stato fatto, ora speriamo che dall’aula possa venire al più presto un sì definitivo” ha commentato la senatrice Pd Anna Rita Fioroni, membro della commissione e relatrice del ddl. Il provvedimento, approvato alla Camera ad aprile scorso, ha ad oggetto le professioni “non protette”. Diffuse in particolare nel settore dei servizi, tali professioni non necessitano di alcuna iscrizione ad un ordine o ad collegio professionale per poter essere esercitate.Esso riconosce, senza alcun vincolo di esclusiva, le libere associazioni nel rispetto delle regole di concorrenza e di trasparenza del mercato e con la finalità di promuovere la qualificazione professionale degli operatori e una maggiore tutela dei consumatori.

“Si tratta – prosegue la parlamentare democratica – di una legge quanto mai necessaria per il nostro Paese poiché interessa tantissimi cittadini, la maggioranza dei quali giovani. Approvare il ddl significa dare risposta al fenomeno della flessione di occupazione altamente qualificata e al mercato selvaggio che apre la strada alla concorrenza sleale e, in particolare, permettere ai professionisti italiani di distinguersi rispetto alla concorrenza che verrà dall’estero in un regime di libera prestazione dei servizi come quella attualmente vigente in Europa. Per evitare tutto questo – conclude – il Senato deve fare presto”.

Considerato il poco tempo rimasto fino alla conclusione della legislatura, è ora auspicabile che il provvedimento venga al più presto calendarizzato in Aula al Senato, per dare poi il tempo necessario alla Camera dei Deputati per l’esame in terza lettura.

Comments are closed.