Rana Plaza, Adiconsum aderisce al Fashion Revolution Day

24 aprile 2013: il Rana Plaza, un edificio commerciale di 8 piani, crolla nella città di Dhaka, la capitale del Bangladesh. Vengono estratti vivi oltre 2000 operai; purtroppo altri 1.130 perdono la vita. A due anni da quella che è stata la più grande tragedia della storia, in una fabbrica tessile, si ricordano le vittime del disastro con il Fashion Revolution Day, che ha dato vita ad una Campagna internazionale guidata dalla domanda “Chi ha fatto i miei vestiti (Who made my clothes) vuole porre l’attenzione su tutto quello che c’è dietro ai vestiti che indossiamo.

Chi li ha realizzati, dove e come? I costi sostenuti dall’impresa e le paghe degli operai? Quali sono le condizioni dei lavoratori.

“Adiconsum – dichiara Pietro Giordano, Presidente nazionale di Adiconsum  – è convinta che anche la moda possa contribuire alla realizzazione di un nuovo modello economico e a promuovere un consumo responsabile e sostenibile nel rispetto delle persone e dell’ambiente. C’è bisogno del sostegno di tutti, dai coltivatori di cotone agli operai delle fabbriche, dai grandi marchi ai negozi di abbigliamento, dai consumatori agli attivisti come Altromercato e le Botteghe del Mondo. Siamo convinti – conclude Giordano – che anche con un’operazione semplice come l’acquisto di un capo di abbigliamento si può influenzare il mercato e inviare un messaggio di giustizia, di rispetto, di eticità, di sostenibilità sociale-economica-ambientale. Insomma, si può votare col portafoglio”.

Comments are closed.