Roma: Adoc lancia proposte per rilancio della Capitale

Dal Centro alla periferia, dalla viabilità al decoro urbano, l’Adoc invita il Sindaco di Roma Ignazio Marino a prodigarsi per rilanciare la Capitale a livello europeo. “Roma ha bisogno di una profonda e urgente “Renovatio”, una rinascita basata sull’etica, sul decoro, sul rispetto delle regole e dei cittadini. Roma deve diventare nei fatti una Capitale europea, non esserlo solo a parole”: questa l’idea del presidente dell’associazione Lamberto Santini.  “Le attuali carenze di Roma sono molteplici e spaziano in diversi settori – continua Santini – l’abbandono e il degrado la fanno da padroni, così come il continuo non rispetto delle regole, anche quelle basilari. Senza contare i disagi e i disservizi derivanti da anni di mala gestione dello sviluppo urbano”.

Come rilanciare dunque la Capitale? Serve un nuovo e migliore piano di viabilità sia su strada che su ferro, con l’ampliamento della rete metropolitana e ferroviaria in interconnessione con la rete nazionale e il contestuale miglioramento in termini di efficienza e qualità delle attuali infrastrutture. Va inoltre potenziata la rete ciclabile, in particolare nelle aree più periferiche. L’associazione chiede lo sviluppo delle infrastrutture turistiche, sia ricettive che di mobilità e il rilancio delle zone ad alta potenzialità turistica, come ad esempio gli scavi di Ostia Antica. Serve inoltre, continua l’Adoc, il rilancio e la riqualificazione del Centro Storico di Roma, rendendolo area pedonale e investendo nel recupero delle attività commerciali locali. E’ necessaria la riqualificazione delle periferie, essenziale a livello territoriale, sociale ed economico. Tra gli interventi richiesti, il rilancio delle piccole imprese commerciali e artigianali e lo sviluppo della mobilità. 

Per l’Adoc il rinascimento della Capitale passa attraverso investimenti sul decoro urbano sia al centro che nelle periferie e attraverso investimenti sulla sicurezza stradale, con la completa eliminazione delle buche e dei tratti stradali disconnessi e la messa in sicurezza di tutti gli incroci e attraversamenti pedonali.

Comments are closed.